Azzannato in casa da un lupo nero, il video choc

Video

 Azzannato da un “lupo” nero nella propria abitazione mentre tentava di difendere il suo cane. È successo la notte del 9 dicembre a Patrick Buzzi, 23 anni di Santa Caterina, borgata di Malborghetto (Udine).

Quelle che sembravano chiacchiere da bar sono state confermate dallo stesso Buzzi e, ieri sera, anche dal sindaco Boris Preschern con un post su Facebook. Sono supportate anche da un paio di video che la vittima ha condiviso e che stanno girando tra la popolazione. Mostrano la sua mano destra sanguinante, i buchi e le ferite riportate.

Video

Adesso il sindaco, Boris Preschern, chiederà al prefetto, Massimo Marchesiello, e alla Regione, attraverso la forestale, di disporre la raccolta e le analisi genetiche del pelo perso dall’animale durante l’aggressione e di limitare la proliferazione dei lupi ibridi presenti da almeno un anno nella foresta di Tarvisio.

Questo il messaggio social lanciato dal sindaco: "Allora, visto che nei nostri paesi da 5 giorni non si parla d'altro ( capisco ovviamente i timori della gente) e non più tardi di QUALCHE ORA FA ho avuto notizia ufficiale su quanto accaduto a un abitante di Santa Caterina, informo ufficialmente tutti su quanto segue:
- assieme al Vice Sindaco sto seguendo da giorni quelle che erano poco più di chiacchere da bar, ma che abbiamo preso più che seriamente anche se non vi era nessuna versione ufficiale;
- la persona rende noto che nella notte del 09.12.2021 attorno alle ore 02.00 ha avuto una collutazione all'interno della sua abitazione " con un cane nero che sembrava un lupo ibrido ";
- la persona riferisce che è stata morsicata dall'animale durante la collutazione, avvenuta per separare il suo cane dall'animale.
- qualche giorno dopo la persona si sarebbe recata al pronto soccorso e sarebbe stata dimessa subito senza prescrizioni e senza comunicazioni ufficiali inviate dal presidio medico al Comune, fatto quest'ultimo che confermo.
Ciò premesso:in qualità di Responsabile della Sicurezza dei cittadini del Comune di Malborghetto-Valbruna, ancorchè via possa essere un alone di dubbio se l'animale era un lupo o un cane, ed essendo stato investito ufficialmente del problema, ritengo di attivarmi come segue: In data di domani invierò una nota dettagliata alle autorità forestali competenti e per conoscenza al Sig. Prefetto chiedendo l'accertamento sui peli rilasciati dall'animale e comunque l'avvio di soluzioni immediate ed efficaci per contrastare la proliferazione dei lupi nel territorio, che, a prescindere da questa questione che comunque fa pensare, sta preoccupando NON POCO la popolazione.
Al di la dell'esito della verifica sull'animale protagonista di questa vicenda, quando accaduto ci fa pensare che probabilmente si è atteso troppo tempo per intervenire sui lupi, e su questo c'è da interrogarsi non poco. Ora, grazie a questa vicenda, cominceranno, se non sono già cominciate, le strumentalizzazioni dei vari portatori di interesse e una grande gazzarra sui media. Vediamo poi chi e quando risolverà il problema ( che è urgente ) nell'interesse delle nostre famiglie. Io , la Giunta comunale e tutti i Consiglieri siamo pronti!".


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Dicembre 2021, 19:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA