Madre e figlia ostaggio del gatto: «Ci ha aggredite». Costrette a chiamare i vigli del fuoco

Madre e figlia ostaggio del gatto: «Ci ha aggredite». Costrette a chiamare i vigli del fuoco

Tenute in ostaggio da un felino, madre e figlia si erano asserragliate in bagno. Ma il felino in questione non era un feroce leone, un leonardo o un ghepardo, men che meno un puma o una pantera, ma un tenero gattino: che proprio tenero evidentemente non era, se le due donne hanno deciso di chiamare i vigili del fuoco. «Venite a salvarci, presto, il nostro gatto è impazzito, ci ha aggredite», avrebbero detto al telefono.

IL CANE CERCA DI RIANIMARE LA COMPAGNA Il video toccante tra l'indifferenza della gente

L’incredibile storia è avvenuta ieri pomeriggio, nel levante genovese, a Vernazzola: madre e figlia adolescente, scrive Il Secolo XIX, avevano avuto una accesa lite quando il gatto ha perso la calma e ha aggredito entrambe a colpi di unghie. E in effetti quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto lo hanno trovato decisamente nervoso, tanto che, secondo i testimoni, sono servite tre iniezioni del veterinario per sedarlo.
 

Ultimo aggiornamento: 14:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA