Festa nazionale del gatto, si celebra il nostro amico felino

Domenica 17 febbraio, è la festa nazionale del gatto. Ma perché è stata scelta questa data - nel 1990 - per celebrare il nostro amico felino? Il mese di febbraio è stato scelto in quanto è quello del segno zodiacale dell’Acquario che vuole indicare ‘uno spirito libero e anticonformista’, connotato e caratteristica assai tipica di un animale come il gatto. Inoltre a collegare i gatti a febbraio sono alcuni detti popolari, dove febbraio era definito “il mese dei gatti e delle streghe” allacciando così gatti e magia. Infine, in diverse città italiane questa giornata è festeggiata con tante iniziative solidali o artistiche.
 
 

Il nostro amico felino vive insieme all'uomo da almeno 9.500 anni: è l'animale domestico più diffuso al mondo, dal Nord America all'Europa. Nelle case degli italiani vivono circa sette milioni e mezzo di gatti. Auguri a tutti voi.

Secondo il rapporto Eurispes 2019 il 30,3% degli animali domestici che gli italiani accolgono nelle loro case sono gatti. In seconda posizione rispetto ai cani che sono la maggioranza, il 40,6%. Vivono con noi, non sotto di noi ma di fianco a noi. Non possiamo sottometterli né imporre loro la nostra volontà. E’ più facile che siano loro a farlo. Se non hanno voglia di raggiungerci quando li chiamiamo, semplicemente non vengono. Non fanno come i cani. Non sono cani. E non ci tengono assolutamente a esserlo, né a essere considerati tali. Semplicemente sono gatti. E chi li ama, li ama anche per questo. Vivere con un gatto è come vivere con un coinquilino. A volte passa del tempo con noi. Altre no. E se lo incontriamo nel corridoio, non aspettiamoci che cambi direzione per seguirci. Perché non lo farà. Se sta andando dalla parte opposta alla nostra, continuerà a farlo. Senza porsi problemi.

Se la giornata nazionale da dedicare ai gatti è il 17 febbraio, la giornata mondiale che li omaggia è invece l'8 agosto, quest’ultima è stata indetta nel 2002 da una fondazione internazionale nata a difesa degli animali, l’International Fund for Animal Welfare (Ifaw).

Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA