Elefantessa picchiata e abusata per trent'anni, arrestati i proprietari

Elefantessa picchiata e abusata per trent'anni, arrestati i proprietari

Incubo finito per Nosey, l'elefantessa maltrattata dai suoi proprietari per trent'anni. Hugo e Franciszka Liebel sono stati arrestati dall’ufficio dello sceriffo della Contea di Lawrence, in Alabama, con l'accusa di crudeltà sugli animali. Lo scorso novembre Nosey era già stata confiscata dagli agenti per il controllo degli animali.


Tutto è iniziato nel 1988, quando l'animale ha cominciato a esibirsi durante gli spettacoli e a portare in groppa gli spettatori. Se si rifiutava veniva percosso e lasciato senza cure veterinarie.
La Peta, l'organizzazione a favore dei diritti degli animali, si è interessata subito al caso e ha condotto una battaglia sostenendo che le condizioni in cui ha vissuto hanno procurato danni permanenti. Nosey era incatenata e costretta a vivere tra i suoi rifiuti,  isolata e picchiata. Tutte violazioni della legge federale.



L’elefante attualmente soffre di artrite ed è zoppo e si trova al Elephant Sanctuary nel Tennessee, il più grande santuario degli elefanti negli Stati Uniti. Un veterinario ha definito il caso di Nosey come “l’esempio peggiore, più prolungato e documentato di un caso di sofferenza e abuso in un elefante che abbia mai esaminato”.
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Dicembre 2017, 11:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA