Coronavirus, distanziamento sociale anche per gli animali domestici: il parere degli esperti

Coronavirus, distanziamento sociale anche per gli animali domestici: il parere degli esperti

Distanziamento sociale è la parola d'ordine, secondo gli esperti, per uscire dalla pandemia. Ma le regole valgono anche per gli animali domestici. La Food and Drug Administration (FDA) americana, l'agenzia che regolamenta alimenti, farmaci e terapie sperimentali raccomanda di mantenere misure di sicurezza anche da cani e gatti.

Leggi anche > Cane legato e trascinato dall'auto in corsa muore poco dopo: denunciato un pensionato, in rete le immagini choc

Non è chiaro come il virus agisca sugli animali, come venga trasmesso il contagio tra l'uomo e il cane o il gatto, seppur raro, per questo è bene trattare i cuccioli di casa come familiari ed isolarli dai contatti con persone che non siano della famiglia, limitando i contatti con terzi. La raccomandazione è di tenere i gatti in casa, se si può, di far uscire gli animali al guinzaglio e di non lasciare che vengano accarezzati da altri, così come sarebbe consigliabile evitare parchi in cui i cuccioli possano entrare a contatto con altri animali.

E' stato osservato che i cani risulterebbero poco suscettibili al patogeno, mentre i gatti sperimentano diversi sintomi della COVID-19, l'infezione causata dal SARS-CoV-2. Tra loro sono stati rilevati sintomi come febbre, difficoltà respiratorie, tosse, problemi gastrointestinali come vomito e diarrea, come specificato dal dottor Bruce Kornreich del Cornell Feline Health Center a Business Inside. Sebbene la trasmissione sia molto rara, non  è impossibile e in questo caso è importante proteggere anche gli amici a 4 zampe. 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Maggio 2020, 15:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA