Cigno ucciso a bastonate, la compagna muore dopo due giorni: «Si è lasciata andare»

Cigno ucciso a bastonate, la compagna muore dopo due giorni: «Si è lasciata andare»

Il suo compagno è morto, probabilmente ucciso a bastonate, e lei non ce l'ha fatta e si è lasciata morire. Da anni la coppia di cigni intratteneva i residenti di Recoaro Terme (Vicenza) con la sua bellezza. Poi, il maschio è morto con il collo spezzato: una morte talmente assurda e triste da aver tolto la voglia di sopravvivere all'esemplare femmina, con lui da sempre. Ieri mattina è morta anche lei, due giorni più tardi rispetto al suo compagno.

«Si è lasciata andare - ha detto al Corriere del Veneto il sindaco Davide Branco che ha recuperato personalmente il volatile dallo specchio d'acqua - Si vedeva che stava male, non mangiava più e temevamo finisse così. Invieremo il corpo all'Istituto Zooprofilattico delle Venezie, come era stato per il maschio. In questo caso però non ci sono dubbi, l'animale si è lasciato andare. È caratteristico di questa specie, succede spesso che i compagni o le compagne non sopravvivano a lungo quando muore uno dei due». Riguardo all'eventualità che il cigno maschio possa esser stato ucciso, il primo cittadino ha poi annunciato: «Entro l'anno quest'area verrà coperta da un servizio di videosorveglianza, in modo che episodi gravi come questo non si ripetano più».

Lunedì 6 Maggio 2019, 17:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA