La “moda” choc dei cani mutilati: «Costano 15mila euro e la colpa è degli influencer»

La “moda” choc dei cani mutilati: «Costano 15mila euro e la colpa è degli influencer»

Un'inchiesta della Bbc ha smascherato molti allevatori disposti alla pratica illegale e a fornire anche passaporti falsi dell'animale

L'inchiesta della Bbc infiamma le polemiche. In Gran Bretagna gli allevatori di cani si offrono di tagliare parte delle orecchie degli animali per ragioni estetiche. La richiesta d'acquisto degli animali mutilati è dovuta a una tendenza diffusa sui social. La pratica, ritenuta illegale nel regno Unito, può arrivare a costare anche 15mila euro

 

Leggi anche > Dai gatti agli ippopotami, ecco come il Covid sta colpendo gli animali: «Non coccolateli se siete malati»

 

Essendo una pratica ritenuta illegale dall' Animal Welfar Act, gli allevatori sono anche pronti a offrire passaporti falsi in modo da far credere chel'operazione sia stata effettuata all'estero. Un giornalista della Bbc sotto copertura, durante l'inchiesta, ha ricevuto un'offerta di acquisto di un cane con le orecchie mutilate, con microchip e passaporto, per 13mila sterline, circa 15mila euro. «Se ti fanno domande dì che l'hai comprato così da un irlandese, che è venuto dall'Europa e che questo è tutto quello che sai», ha aggiunto.

 

Secondo l'attivista Vanessa Waddon la domanda sarebbe guidata dagli influencer che pubblicano immagini di cani mutilati alle orecchie. «Ogni volta che le celebrità pubblicano qualcosa online, le persone inevitabilmente pensano 'oh quel cane sembra carino, forse ne prenderò uno così», ha dichiarato alla Bbc.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Dicembre 2021, 22:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA