Canguro trovato morto sul ciglio della strada, incredibile in Toscana: «Animali tenuti come giocattoli»

La carcassa ritrovata domenica mattina sulla provinciale tra Pergine Valdarno e Civitella in val di Chiana

Una carcassa di animale che giace ai lati della strada. Uno spettacolo sempre triste e disumano, ma che ha dell'incredibile se il corpo martoriato appartiene a un canguro e ci troviamo in Toscana. Eppure domenica mattina, nel tratto di strada provinciale che collega il comune di Pergine Valdarno con quello di Civitella in val di Chiana, gli automobilisti più mattinieri hanno segnalato la presenza di un canguro investito e ucciso sul ciglio della carreggiata. Immediato l'intervento dei carabinieri e dei veterinari della Asl, mentre sono ora in corso le indagini per risalire alla provenienza dell'animale ben distante dalla fauna locale e all'identità del proprietario. 

 

In merito al singolare episodio, il sindaco di Pergine Valdarno Simona Neri ha scritto post sul suo profilo Facebook: «Questa mattina presto sono stata avvisata da una mia concittadina che lungo la strada provinciale della Trove si trovava la carcassa di un canguro, probabilmente investito da un'auto durante la notte, ed è stato chiesto l'intervento del Comune per ritirarne il corpo. Da tempo circolavano segnalazioni della presenza di questo particolare animale, ma non nel nostro Comune, credo che sia arrivato qui dopo lunghe peregrinazioni. Sono rimasta scioccata e lo sono tuttora, dispiaciuta ed amareggiata: non è la prima volta che animali esotici o pericolosi vengono adottati e detenuti irresponsabilmente come giocattoli all'interno delle abitazioni private, magari acquistati ricorrendo al mercato nero. Questa creatura si è trovata a vivere in un ambiente morfologicamente e climaticamente estraneo, totalmente isolata, senza un branco di riferimento, senza misure protettive adeguate per la sua detenzione in cattività: quello di stanotte, purtroppo, è stato un epilogo tragico ma fin troppo scontato. Mi dispiace moltissimo».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Giugno 2022, 12:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA