Trova un cane con il microchip, guida per 1500 km per riportarlo a casa ma fa una scoperta terribile
di Simone Pierini

Trova un cane con il microchip, guida per 1500 km per riportarlo a casa ma fa una scoperta terribile

Una donna ha trovato un cucciolo di pitbull che vagava da solo, lo ha preso e ha controllato se avesse il microchip. Una volta trovato a deciso di mettersi in macchina per riportarlo al suo padrone, distante oltre 1500 chilometri. Un lungo viaggio dal Michigan alla Florida per un tentativo di riunire il cane alla sua famiglia. Una volta giunta a destinazione ha fatto una scoperta terribile. Il proprietario, un ragazzo di 22 anni, aveva abbandonato volontariamente il suo cane, così lontano da non volerne più sapere. 



«L'unica cosa che ha detto è che non ha tempo per addestrare il cane, non ha tempo per il suo cane», ha detto la volontaria della Humane Society of Midland County al Detroit Free Press. Un dolore immenso per questa donna che ha visto il cucciolo scodinzolare e saltare eccitato una volta vista la sua casa. Ma si è trovato la porta sbattuta in faccia. Ma la volontaria non ha voluto insistere, ha capito che forzare la mano avrebbe messo nuovamente in pericolo il cagnolone e ha deciso di riportarlo indietro. 



Si è rimboccata le maniche, ha pubblicato un annuncio su Facebook con l'obiettivo di trovare a Blue una nuova famiglia, migliore della precedente. Il suo appello è andato a buon fine. Un ragazzo si è candidato e ha abbracciato Blue nella sua nuova casa. 


Mercoledì 13 Marzo 2019, 13:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA