Chihuahua ucciso a bastonate dal suo padrone perché non smetteva di abbaiare
di Nico Riva

Cagliari, cane Chihuahua ucciso a bastonate dal suo padrone perché non smetteva di abbaiare: denunciato dalla madre

Quando la sua pazienza è finita, è subentrata una cieca furia e una crudeltà difficile da immaginare. Ha afferrato il bastone della scopa e ha ucciso il suo cagnolino, colpendolo ripetutamente. La tragedia è avvenuta a Cagliari nel pomeriggio di sabato 4 gennaio. Autore dell'orrendo gesto un ventunenne. 

Leggi anche > Agrigento, cuccioli di cane torturati e uccisi, i volontari riescono a salvarne uno solo: «Le pene vanno inasprite»

P.F., di soli 21 anni, non ha avuto pietà della bestiola, un chihuahua che viveva con lui e la madre. Ed è stata proprio la donna a chiamare la polizia e a raccontare l'accaduto, denunciando il figlio. Secondo la sua testimonianza, sabato pomeriggio il cane ha iniziato ad abbaiare e non son bastati dei biscottini per farlo stare calmo. Il figlio della donna, già noto alle forze dell'ordine, ha a quel punto perso il controllo e si è scagliato con violenza contro l'animale. 

Con il manico della scopa ha colpito più e più volte il chihuahua di famiglia, soprattutto alla testa, provocandone l'atroce morte. La madre, scandalizzata dal comportamento del figlio, ha quindi chiesto l'aiuto delle forze dell'ordine. Quando gli agenti son arrivati all'abitazione, hanno scoperto il corpo senza vita del cagnolino all'interno della federa di un cuscino. Il ragazzo, dopo il misfatto, si era allontanato da casa. Ora su di lui pende una denuncia in stato di libertà per uccisione di animali.
Venerdì 10 Gennaio 2020, 09:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA