Più di 130 cuccioli di foche nate nel Tamigi in un anno: «Era stato dichiarato biologicamente morto»

Più di 130 cuccioli di foche nate nel Tamigi in un anno: «Era stato dichiarato biologicamente morto»

Negli anni Cinquanta il Tamigi fu dichiarato «biologicamente morto» ma ora - più di sessanta anni dopo - lo scorso anno circa 138 foche portuali sono nate sulle rive del fiume. Nel primo sondaggio nel suo genere, i ricercatori della Zoological Society di Londra (ZSL) hanno contato le foche nate nel fiume analizzando centinaia di foto scattate da un aereo leggero durante "la stagione dei cuccioli" dell'anno scorso. Lo riporta l'Independent

Leggi anche > Donna di 35 anni trovata morta in auto in un parcheggio: il cane resta a vegliarla per ore

Il biologo della conservazione Thea Cox ha dichiarato: «Eravamo entusiasti di contare 138 cuccioli nati in una sola stagione. Non sarebbero state in grado di allevarli qui senza una fonte di cibo affidabile, quindi questo dimostra che l'ecosistema del Tamigi è fiorente e mostra fino a che punto siamo arrivati ​​da quando il fiume è stato dichiarato biologicamente morto negli anni Cinquanta».

I ricercatori conducono stime sulla popolazione di foche ogni anno dal 2013, con i risultati più recenti del 2017 che mostrano oltre mille foche del porto e oltre duemila foche grigie in tutto l'estuario. Gli scienziati affermano che i risultati indicano che il fiume fornisce alle foche una fonte di cibo affidabile. 

Il sondaggio ha rilevato che il numero di foche nel Tamigi è in aumento, ma non è noto se l'aumento sia dovuto a foche residenti con cuccioli o adulti che arrivano da altre aree in cui il numero delle colonie sta diminuendo.
Martedì 3 Settembre 2019, 20:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA