In lacrime per Sandra Mori, l’anima delle Infiorate. Si è spenta a 71 anni

Fabriano: in lacrime per Sandra Mori, l’anima delle Infiorate. Si è spenta a 71 anni

FABRIANO  - Se ne è andata ieri pomeriggio, dopo aver combattuto per anni contro la malattia Sandra Mori, volontaria sempre pronta a dare il suo contributo nell’ambito del Palio di San Giovanni Battista di Fabriano, da sempre una delle donne più creatrici delle infiorate artistiche che a giugno richiamano in città visitatori da tutta Italia e non solo. Sandra è morta, a 71 anni, all’Hospice dell’ospedale Profili di Fabriano. Intorno a lei il marito, il figlio e i parenti. Oggi la camera ardente all’obitorio cittadino, domani le esequie nella chiesa di San Nicolò.

LEGGI ANCHE:

Fabriano, il temporale rovina un'infiorata A San Domenico intervengono i pompieri

«Per Sandra la famiglia era tutta la vita. Ha spalancato le porte della sua casa al mondo, lo faceva con il sorriso e l’allegria di chi viveva l’accoglienza come un abbraccio immenso verso gli altri. Una famiglia che ha allargato alla Porta del Borgo, di cui è stata fino alla fine motore indispensabile, lavoratrice e portaiola instancabile», la ricorda con commozione Gigliola Marinelli, direttore di Radio Gold con la quale ha condiviso tanti anni di Palio, soprattutto quelli delle prime storiche edizioni. Da Porta del Borgo evidenziano come intorno a Sandra Mori «tutte le volontarie abbiano sempre fatto squadra. Impossibile pensare all’infiorata senza ricondurla a Sandra».

Tanti gli aneddoti che tornano in mente, molti trascorsi a San Nicolò, sede della Porta del Borgo del Palio, dove si svolgeranno le esequie. «Quante lavate di capo ci hai passato perché non dipingevamo bene i drappi, gli scudi o gli addobbi, perché tagliavamo male i fiori o li seccavamo troppo o li mettevamo imprecisi a terra. Sei stata un esempio per noi anche per come hai combattuto, con dignità e coraggio, contro il male», conclude Marinelli. In tanti, da questa mattina, si stringeranno, alla camera ardente, al marito Raniero, al figlio, ai parenti e alla seconda famiglia, quella della Porta del Borgo che Sandra ha tanto amato, fino alla fine. Domani il suo funerale a San Nicolò.
Mercoledì 27 Novembre 2019, 04:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA