Affiora un cadavere nelle acque del porto. E' una ragazza sconosciuta di 30 anni

Ancona, affiora un cadavere nelle acque del porto. E' una ragazza sconosciuta di 30 anni

ANCONA - I vigili del fuoco sono intervenuti, questa mattina poco dopo le 4, al porto, vicino a Marina Dorica, dove era stato segnalato un cadavere in acqua. Sul posto sono intervenuti anche l'automedica del 118 e un'ambulanza della Croce Gialla. Il corpo è stato riportato a terra e, al momento, è ancora senza nome. 


E' di una ragazza irlandese di 30 anni il corpo senza vita trovato in mare verso le 4.20 nei pressi del cantiere navale Palumbo Superyachts - Isa di Ancona nella zona che, a nord del porto storico, precede quello turistico. Il cadavere è stato notato da alcune persone ed è stato poi ripescato dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Non si conoscono ancora le cause della morte e sul posto è atteso il pubblico ministero che verosimilmente disporrà gli accertamenti del caso. Sono intervenuti anche i pompieri di Ancona centrale e distaccamento porto, oltre ai sanitari della Croce gialla, automedica del 118 e alla capitaneria di porto.


La vittima era membro dell'equipaggio di un maxi-yacht da 52 mt che si trova ormeggiato nella banchina del cantiere Isa, che ha costruito la barca, per la manutenzione dei motori. Al momento del ritrovamento, secondo le prime informazioni, il corpo non presentava ferite che potessero far pensare a un colluttazione. La vittima aveva passato la serata in una discoteca sul porticciolo turistico insieme al resto dell'equipaggio (5-6 persone) ed era rientrata prima degli altri nell'imbarcazione dove tutti pernottavano.

Quando anche i suoi colleghi, verso le 2.30, sono tornati nello yacht, hanno trovato la sua borsa sulla scaletta e hanno lanciato l'allarme: una prima ipotesi è che sia scivolata, salendo sulla stretta scaletta tra il molo e la
chiglia dell'imbarcazione, finendo in mare. Il pm di Ancona Irene Bilotta si trova a bordo del maxi-yacht
per un primo sopralluogo. Con lei gli agenti della Squadra Mobile, guidata dal vice questore Carlo Pinto, e della
Scientifica per accertamenti del caso e rilievi. Importante anche il contributo dei sommozzatori Roan della Guardia di Finanza che grazie ai loro strumenti hanno potuto effettuare filmati e riprese sott'acqua.

Il cadavere della ragazza è stato trasferito all'obitorio degli Ospedali riuniti di Ancona. Il pm disporrà verosimilmente accertamenti medico legali sulla salma.

Monsano, travolto e ucciso sulla provinciale. La vittima è ancora senza nome

Sassoferrato, rientra da Santo Domingo dove gestisce un resort. Imprenditore si schianta in auto e muore

[SERVIZIO IN AGGIORNAMENTO]
Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Novembre 2019, 12:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA