Smart city, la grande rivoluzione urbana: tutti i centri abitati diventeranno verdi
di Nicola Desiderio

Smart city, la grande rivoluzione urbana: tutti i centri abitati diventeranno verdi

La città intelligente o, come si dice più spesso, smart city è la metropoli o la conurbazione urbana che, grazie all'innovazione, migliora la vita delle persone valorizzandone al massimo il tempo, le capacità e le conoscenze. Un concetto che abbraccia molti campi, compresi quelli classici dell'urbanistica e della sociologia, e arriva alle nuove tecnologie che riguardano la mobilità.

 


Protagonista di tutto è ovviamente le Rete che ha già reso più smart il nostro stile di vita grazie al car sharing, al car pooling e al ride-hailing che hanno cambiato il nostro modo di muoverci. Dunque non più il mezzo di proprietà, ma le app sul nostro telefonino che ci fanno trovare il mezzo giusto, nel posto giusto e al momento giusto. Non solo 4 ruote, ma anche scooter, biciclette a pedalata assistita e monopattini. Le app che ci aiutano a trovare il mezzo giusto, ci fanno trovare il parcheggio, ci dicono dove c'è meno traffico, ci aggiornano continuamente sui tempi di percorrenza e ci dicono dove sono le colonnine di ricarica libere.

 


Tutti i mezzi di trasporto delle smart city sono infatti elettrificati (elettriche o ibride), a zero emession, per questo un ruolo cruciale avrà lo sviluppo delle reti di ricarica. Anche le colonnine saranno intelligenti perché saranno bidirezionali attraverso la tecnologia V2G o Vehicle-to-Grid per cui ogni auto a batteria non preleverà solo l'energia, ma potrà restituirà alla rete per stabilizzarla.

 


In pratica, la rete elettrica sarà un'Internet dell'energia. Nella smart city tutti saranno produttori e utenti interconnessi di energia sostenibile. Allo stesso tempo, tutti i veicoli saranno connessi nella Internet of Things nella quale è compresa anche l'infrastruttura stradale così da far interagire i veicoli, la segnaletica e il sistema semaforico, aumentando la scorrevolezza del traffico e diminuendo i consumi e le emissioni. Grazie alla Rete, anche i mezzi pubblici diventeranno intelligenti. La parola d'ordine è MaaS (Mobility as a Service) che, in pratica, vuol dire mezzi a guida autonoma che si muovono dove servono e rendono obsolete le linee fisse.
Il concetto di MaaS prevede anche che gli stessi mezzi adibiti al trasporto di persone possano trasformarsi in vettori per la consegna di merci e cibo acquistati online, in veicoli della nettezza urbana o addirittura in uffici attrezzati e ambulanze dotate di strumenti di operare diagnosi a distanza.

 


Ovviamente, per le smart city, ci vuole uno smart citizen, ovvero il cittadino intelligente, capace di utilizzare tutto il potenziale offerto dalle nuove tecnologie facendone uno strumento per vivere, lavorare e prosperare. È una città dove tutto è al servizio di tutti in ogni luogo, dove non ci sono più il centro e la periferie. Si tratta di uno scenario ovviamente ideale, ma che è il riferimento per permettere alle nostre città di essere vivibili anche nel futuro e più che in passato.

 


riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Novembre 2020, 09:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA