Allarme clima: «Gli orsi polari costretti a lasciare l'Alaska e vanno in Russia»

Allarme clima: «Gli orsi polari costretti a lasciare l'Alaska e vanno in Russia»

Negli ultimi anni, gli orsi polari nel Mare di Beaufort hanno dovuto viaggiare molto al di fuori dei loro tradizionali terreni di caccia, il che ha contribuito a una diminuzione di quasi il 30% della loro popolazione

Secondo gli scienziati americani, il cambiamento climatico sta costringendo gli orsi polari a lasciare l'Alaska per la Russia. Come riporta l'Independent, gli animali stanno cercando nuove case e terreni di caccia a causa dello scioglimento del ghiaccio marino. Il numero di orsi nel Southern Beaufort Sea, un mare periferico dell'Oceano Artico situato a nord del Canada e dell'Alaska, è sceso da 1.500 a 900 tra il 2000 e il 2010 secondo l'Alaska Science Center dell'US Geological Survey.

 

Leggi anche > Massimo Galli ha il Covid: «Sono stato una schifezza. Senza il vaccino sarebbe andata molto peggio»

 

«Alla fine degli anni '90 qui ce n'erano 127. Non ne avevo mai visti così tanti in vita mia. Avevamo una squadra di pattuglia dedicata per sorvegliare e proteggere la città», racconta al Telegraph Herman Ahsoak, un capitano di balene di Utqiagvik, in Alaska. «Quando il ghiaccio marino ha iniziato davvero a ritirarsi, abbiamo smesso di vederli così spesso. Sono sicuro che c'è ancora una popolazione sana, ma per lo più sono andati via da qui».

 

Negli ultimi anni, gli orsi polari nel Mare di Beaufort hanno dovuto viaggiare molto al di fuori dei loro tradizionali terreni di caccia, il che ha contribuito a una diminuzione di quasi il 30% della loro popolazione, secondo un recente studio della Washington State University. Gli orsi polari sono abitanti dell'Artico, una regione che si sta riscaldando a una velocità quattro volte superiore a quella del resto del mondo, come riportato dallo scienziato della NASA Peter Jacobs.

 

Anthony Pagano, ricercatore presso la School of the Environment della Washington State University, ha aggiunto: «Dover viaggiare più lontano significa che questi orsi stanno consumando più energia che può minacciare la loro sopravvivenza. Se vogliamo preservare l'habitat di questi incredibili mammiferi, allora dobbiamo concentrarci sulla radice del problema».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 7 Gennaio 2022, 18:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA