Uberti, dal Settecento eccellenza lombarda. Fondata nel 1793, oggi è gestita da donne
di Alessandro Brizi

Uberti, dal Settecento eccellenza lombarda. Fondata nel 1793, oggi è gestita da donne

La viticoltura in Italia ha una storia millenaria è vero, ma quando si cercano i produttori storici del Belpaese alla fine non sono poi così tanti, perlopiù rampolli di antiche casate nobiliari sopravvissute al tempo.
Se si guarda infatti alle aziende agricole di origini contadine, sono solo dodici le cantine risalenti a prima dell'Unità del 1861 e condotte ancora oggi dalla medesima famiglia. Una di queste nasceva il 12 ottobre del 1793 in quel di Erbusco (Brescia), nell'allora Repubblica di Venezia, quando Agostino Uberti acquistava, in località Salem, una cascina e le vigne tutt'intorno. Comincia così la storia di Uberti, eccellenza in Lombardia nella produzione di vini Franciacorta. Dapprima azienda agricola a tutto tondo, si concentra nella produzione di vini e spumanti solo alla fine degli anni Settanta del 900, con il matrimonio tra Agostino, erede della famiglia, ed Eleonora Pagani che, da par suo, oltre alla biancheria ricamata porta in dote altri vigneti.
«Alla fine degli anni Settanta racconta Silvia Uberti, figlia di Eleonora e Agostino ed enologo della cantina cominciò la produzione di bollicine, poiché da tradizione l'impostazione dei vigneti qui era orientata alla produzione di vini rossi». Le viti occupano oggi 26 ettari, con una produzione di 180mila bottiglie per il 90% bollicine bianche e rosé di Franciacorta. Gli spumanti della linea Francesco I (Franciacorta Extra Brut, Brut e Rosé) sono il biglietto da visita, cui si aggiungono i top Franciacorta Magnificentia, Sublimis, Comarì del Salem, Quinque Cuvée di 5 vendemmie e Dequinque Cuvée di 10 vendemmie; rivoluzionari blend di diverse annate questi ultimi, davvero unici in Italia. «I nostri vini rappresentano il territorio chiosa Silvia la storia di ogni vigneto e la sua biodiversità. In cantina poi l'elemento essenziale è solo il tempo». Questo il succo della filosofia Uberti, gestita da Silvia, la sorella Francesca e il marito di questa Luigi Biolatti, sempre con la supervisione di papà Agostino e mamma Eleonora.

riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Marzo 2020, 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA