Gola, il gioco dei sensi che conquista il palato
di Valeria Arnaldi

Roma: Gola, il gioco dei sensi che conquista il palato

«Gioco dei sensi». Questa la definizione che usano al ristorante Gola, nato da un’idea del 28enne Simone Segneri, per illustrare la nuova filosofia del regno di gusto dello chef Simone Ballicu e il restyling del locale che, da playoff “Senza Peccato” ribalta l’approccio ai piatti, mantenendo però ferme talune caratteristiche come l’approccio “giovane” alla tavola. Il team, infatti, è under 30. La cucina si fonda sulla tradizione, nel tentativo di riscoprire sapori storici con creatività e innovazione. Grande protagonista, la materia prima, altamente selezionata. Così nascono matrù, panini cinesi al pepe cotti al vapore con maiale stufato all’amatriciana e pecorino, e le “stradizionali”, rivisitazioni delle classiche paste romane, come la cacio e pepe, che diventa un tortellino ripieno di cacio e pepe con carciofi, limone e origano, o il Griciaburger, che ripensa la classica Gricia come hamburger.

Gola - Roma, via Ruggero Fauro 2, tel. 06/80.75.195 - sempre aperto - Costo: 25/40 euro.

Mercoledì 20 Marzo 2019, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA