Porchetta Igp di Ariccia ritirata dai negozi, allarme del Ministero della salute: «Non consumatela»

Porchetta Igp di Ariccia ritirata dai negozi, allarme listeria. Il Ministero della salute: «Non consumatela». Ecco i lotti interessati

Allarme per un lotto della Porchetta di Ariccia Igp venduta affettata e in confezioni sotto vuoto a marchio FA.LU.CIOLI srl. L'avviso di richiamo per possibile rischio microbiologico per i consumatori è stato emanato dal Ministero della salute. 

 

 

Leggi anche - Tragedia durante l'arrampicata, Mattia precipita e muore a 30 anni

 

Nel proprio stabilimento di Via variante di cancelleria ad Ariccia, nella città metropolitana di Roma, la porchetta è confezionata in buste sottovuoto da 180 grammi ciascuna: il lotto interessato dal provvedimento è il numero 270721 con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 25 ottobre 2021. 

Il richiamo della porchetta di Ariccia è stato disposto in via precauzionale dallo stesso produttore per il rischio microbiologico dovuto a possibile presenza di Listeria Monocytogenes. Il produttore si è già adoperato al richiamo dei pezzi del lotto invenduti, invitando chi avesse l'avesse già comprata a non mangiarla.  

 

«Al fine di garantire la sicurezza dei suoi consumatori, si raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo e di riportarlo al punto vendita» recita l’avviso di richiamo. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 06/9330125 – info@falucioli.com».

La Listeria monocytogenes è un batterio presente normalmente in natura e che può contaminare diversi alimenti, tra cui latte, verdura, formaggi molli e carni poco cotte, ed è responsabile della listeriosi: un'intossicazione alimentare che si manifesta nel giro di poche ore dall’ingestione del prodotto contaminato e che provoca, nella forma più tipica, la diarrea. In alcuni casi più gravi, ma rari, può dare vita a encefaliti e meningiti e forme acute di sepsi.

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Settembre 2021, 22:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA