Il Bancomat Della Pizza Di Via Catania". Ecco come è la pizza del distributore automatico

Video
di Emilio Orlando

Funziona come un self service. Si inseriscono le banconote o gli spicci, quattro euro e cinquanta per una pizza margherita e sei per una quattro formaggi o per una più elaborata. Si aziona l'impastatrice automatica ed il forno elettrico e dopo tre minuti di cottura il distributore automatico la serve su di un cartoncino da asporto da cui è possibile prenderla da una fessura.

 

Non è un macchinario futuristico in chiave distopica “uscito” dal romanzo “1984” di George Orwell ma è il distributore automatico della pizza, l'ultima frontiera della “new economy” che unisce tecnologia e “food take away”, sbarcato nella Capitale e ideata dall'imprenditore catanese Massimo Bucolo ed installata in via Catania vicino piazza Bologna. 

 

La macchina è in grado di impastare, condire e cuocere la pizza a 380° e di offrirla all’avventore pronta per essere gustata in soli 3 minuti garantendo l’utilizzo di ingredienti freschi e di prima scelta. All’interno del macchinario, che è totalmente automatizzato, la farina si miscela con l’acqua per dar vita a un panetto del peso di 160 grammi. Il distributore è finto sul “New York Times” economia dove ha scandalizzato gli americani che la vedono con diffidenza.  


Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno 2021, 15:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA