Sotto l'Albero di Natale il set per i cocktail
di Nicole Cavazzuti

Sotto l'Albero di Natale il set per i cocktail

Il regalo di Natale ideale per chi ama preparare i cocktail a casa? Gli attrezzi del barman. Che sono diversi, ma solo pochi davvero essenziali. Ecco qualche idea.



In un buon set casalingo non può mancare lo shaker, di cui esistono vari modelli. Il più facile da usare è senza dubbio il cobbler shaker, detto anche shaker continentale o tradizionale, brevettato a New York nel 1871 e composto da una parte inferiore in acciaio, vetro o plastica, in cui vengono versati gli ingredienti e il ghiaccio, da un coperchio traforato che permette di trattenere il ghiaccio quando viene versato il cocktail nel bicchiere e infine da un piccolo tappo che si utilizza quando il drink viene shakerato.  Meglio di metallo, che di vetro: non solo è più resistente, ma raffredda di più. Indispensabile per preparare i cocktail pestati come la Caipirinha è poi il muddler (pestello). Prendetelo in plastica o in acciaio, perché il legno tende a conservare a lungo gli odori.

Per un appassionato di cocktail, inoltre, il bicchiere è essenziale: oltre alla coppetta cocktail, ricordatevi che in miscelazione si usano i flûte e i bicchieri di forma cilindrica o tronca conica, ovvero il tumbler basso (8-9 centimetri di altezza per 8 di diametro) e il tumbler alto, che può essere di diverse misure ma in genere è alto tra i 12 e i 15 centimetri. Infine, pratico è il barspoon, il cucchiaio lungo per miscelare gli ingredienti nel bicchiere o nel mixing glass.
 
Ultimo aggiornamento: 09:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA