Hekfan, la cucina di Hong Kong in versione luxury si gusta a Brera
di Claudio Burdi

Hekfan a Milano, la cucina di Hong Kong in versione luxury si gusta a Brera

La cucina di Hong Kong in versione luxury si gusta in Brera. Aperto da poco più di un mese, il ristorante Hekfan vede il ritorno in città del pluripremiato chef Kin Cheung (per anni chef del Mu dimsum a Milano e poi dell’Element a Firenze) alla guida di un tempio dedicato all’alta cucina dell’ex protettorato britannico. Una location elegante su due piani dove elementi tradizionali orientali e dettagli contemporanei fanno da cornice ad una proposta gastronomica ricca di simbolismi tutti da scoprire.

Dalla zuppa di pollo con funghi midollari secchi, la cui preparazione complessa, tra cotture e filtraggi, è volta ad ottenere un brodo limpido che, per indicare la maestria di chi lo prepara, deve permettere di vedere gli ideogrammi della ciotola in cui viene servita, alla zuppa dolce di fagioli rossi (augurio di fortuna e successo economico) con petali di giglio (simbolo di armonia e cooperazione). Nel menu, tanti dimsum tipicamente hongkonghesi affiancati a proposte con ingredienti preziosi (tartufo, foie gras, caviale); imperdibile il maiale Don Po che completa la sua cottura al tavolo con un flambage di grappa di bambu. Per un’esperienza completa consigliati, ma non per tutte le tasche, i menu Banquet a 88/118 euro da 10/13 portate.

Milano, via Marco Formentini 2; tel: 02/36593966; www.hekfan.it Aperto dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23, chiuso martedì; costo medio 90 euro


Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Maggio 2022, 12:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA