Bianca, a Milano il pescato a regola d'arte
di Claudio Burdi

Milano: Bianca, il pescato a regola d'arte

Solo pescato ed ingredienti eccellenti nel ristorante modaiolo di zona corso Vercelli. Nella location tutta bianca, dagli arredi di design, estetica e bontà si fondono da sempre in un connubio che offre gioia alla vista e al palato. Un fil rouge che da qualche tempo si è tradotto nel trasformare il Bianca in un contenitore dove ammirare opere di artisti contemporanei come quelle della mostra Atargatis di Giovanni Manzoni Pizzalunga (fino a settembre) mentre si gustano piatti di pesce, crudo o cotto, abbinati ad ingredienti ricercati. Come il lombardo Caviale Adamas (classificato come il migliore al mondo), le ostriche selezionate, il gambero blu della Nuova Caledonia, le paste Morelli e Verrigni, l’olio, le marmellate e i cioccolati del palazzo di Varignana, prestigiosi champagne e vini bianchi italiani ed esteri. Oltre a plateau e cruditè, spiccano nel menu la fregola cozze, vongole e calamari e il fritto del Bianca.

Bianca - Milano, via Panizza 10 - tel. 02/45409037 - chiuso sabato a pranzo - costo medio 50 euro.

Mercoledì 24 Luglio 2019, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA