Gamberetti contaminati da cocaina e ketamina: l'allarme degli scienziati

Gamberetti contaminati da cocaina e ketamina: l'allarme degli scienziati

I gamberetti selvatici al gusto di droga: cocaina e ketamina per l'esattezza. La scoperta choc è stata fatta da alcuni scienziati, in uno studio pubblicato su Environment International: parliamo dei gamberetti selvatici della contea del Suffolk, in Gran Bretagna, e la scoperta è stata fatta dai ricercatori del King's College di Londra in collaborazione con l'Università proprio del Suffolk.

Pinguini imperatori, cancellata la più grande colonia in Antartide
Operaio muore sul lavoro: aveva 50 anni. «Colpito al petto da un blocco di cemento»

Secondo i ricercatori la causa di questo fenomeno è la contaminazione di fiumi e laghi con scarichi inquinati da pesticidi e liquami urbani. Ma - avverte la ricerca - servono ulteriori studi «per capire se possa esserci un rischio per la salute» quando vengono consumati questi gamberetti 'drogati', visto che la concentrazione di queste sostanze è molto bassa. 

Livorno, neonata morta: aveva un mese di vita. Forse sindrome della morte in culla

Gli scienziati hanno prelevato campioni di gamberetti in 15 punti diversi di questa contea rurale nella parte orientale del Regno Unito poi sottoposti ad analisi. «La cocaina è stata trovata in tutti i campioni controllati ma è emersa anche la presenza di farmaci come la ketamina e di pesticidi», ha spiegato Thomas Miller, autore principale dello studio al 'The Guardian'. 
Giovedì 2 Maggio 2019, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA