Elio cuoco per una sera con chef Sadler: «Sono bravo a friggere i bastoncini»

Video

Che ci fanno insieme Stefano Belisari Elio (di Elio e Le Storie tese) e lo chef stellato Claudio Sadler? Cucinano. Sembrerebbe un gag alla Elio, e invece non lo è. Si sono incontrati tra i fornelli dello storico ristorante stellato Sadler di Milano, una istituzione più che trentennale del buon cibo, locale imperdibile della città meneghina.

La campagna promossa da Azione contro la Fame

Occasione è la partecipazione all’VIII edizione della campagna promossa da Azione contro la Fame - organizzazione umanitaria internazionale impegnata nel combattere la malnutrizione dei bambini in Italia e nel mondo - che coinvolge ristoranti, chef e amanti del cibo e che, oltre a Sadler ha, tra i suoi ambasciatori, il tre stelle Enrico Crippa e Norbert Niederkofler, Cristina Bowerman, Giancarlo Morelli. Un quattro mani voluto e cercato per una serata in cui entrambi hanno indossato i panni da chef. Un’abitudine per Claudio, la prima volta per Elio. «Sono fortissimo sui bastoncini, va bene?», è l’esordio di Elio in cucina. «Anche io ho avuto una carriera da cantante, ma è durata un quarto d’ora», ribatte Claudio Sadler.

Uno sketch esilarante tra i due, Sadler da una parte che gli insegna come cucinare ed Elio che cerca in qualche modo di non mandare in fiamme la cucina. Dalle Olive, cremini e calamari alla Frittata, menta e carciofi, dalle Fave, cotiche e cannolicchi ai Maccheroncini di Campofilone con sughetto marchigiano e tartufo. Un menu molto interessante che ha accompagnato i commensali in un viaggio tra i territori marchigiani (terra familiare per Elio) accompagnati da eccellenti vini dell’azienda agricola biologica Fiorano. Un incontro tanto insolito, quanto divertente che Sadler ed Elio, promettono all’unisono, «ripeteremo». Magari nella nuova location di Sadler che sarà una delle sorprese gastronomiche del 2023.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Novembre 2022, 09:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA