Deliveroo compie 5 anni a Roma. Entro fine anno più di 3.000 ristoranti

Deliveroo compie 5 anni a Roma. Entro fine anno più di 3.000 ristoranti

Deliveroo corre verso quota 3.000 ristoranti a Roma. È questo l’obiettivo che la piattaforma leader dell’online food delivery conta di superare entro fine anno. Una soglia a portata di mano che certifica la crescita del servizio nella Capitale che, in questi anni, sembra essere stata attraversata da una vera e propria hamburger-mania. Quanti ne sono stati ordinati in 5 anni? Messi in fila, uno di fianco all’altro, gli hamburger venduti coprirebbero ben tre volte la superficie del Colosseo. In occasione del quinto compleanno di Deliveroo a Roma, la piattaforma traccia il profilo dei suoi primi cinque anni in città: nell’ultimo anno sono aumentati del 40% i ristoranti romani che hanno deciso di affidarsi al servizio di Deliveroo ed entro la fine dell’anno la piattaforma si aspetta di superare la soglia dei 3.000. Una crescita che dimostra come il servizio abbia rappresentato un’ancora di salvezza per i ristoranti, messi a dura prova dalla pandemia e dalle relative restrizioni introdotte. Roma è anche una delle prime città in cui Deliveroo ha lanciato il servizio di consegna di prodotti, freschi o confezionati, da supermercati. Oggi sono presenti in piattaforma circa 70 negozi - tra cui Carrefour e Fresco Market - dove i clienti di Roma possono fare la spesa online e ordinare quei prodotti che spesso mancano in cucina. Per quanto riguarda gli ordini di cibo dai ristoranti, i romani ordinano per lo più a cena (74%). Dopo l’hamburger, pizza e sushi sono i piatti in testa alle preferenze. Mentre, per quanto riguarda i supermercati, gli articoli best-seller sono frutta, latte, uova e birra.

“Roma è la seconda città in Italia dove il nostro servizio è stato lanciato. Anche per questo, siamo profondamente legati a questa città che ha fatto da pioniere per lo sviluppo di Deliveroo in Italia. La tradizione gastronomica romana è nota in tutto il mondo. E noi siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo allo sviluppo e all’innovazione del settore della ristorazione in città e sostenere i ristoranti partner in una fase così difficile. Vogliamo continuare a crescere ed investire su Roma e a continuare ad offrire in città la miglior esperienza di cibo a domicilio possibile” ha detto Matteo Sarzana, General Manager di Deliveroo Italia. “Siamo partner di Deliveroo ormai da anni e abbiamo potuto apprezzare la qualità del servizio, che da canale di fatturato parallelo e incrementale, è diventato a causa della pandemia una delle poche possibilità per continuare la nostra attività e restare in contatto con i nostri clienti. Deliveroo ha cambiato il rapporto dei romani con il cibo e anche il rapporto dei ristoranti con i propri clienti. E lo ha fatto in meglio. Tornare indietro, adesso, sarebbe impossibile” ha detto Alessio Tesciuba di Daruma Sushi. “Siamo molto soddisfatti della collaborazione con Deliveroo” ha detto Paolo Rodriguez, di T-Bone. “In questi anno abbiamo visto il servizio crescere e consolidarsi in città e siamo felici di festeggiare insieme il traguardo dei primi cinque anni di Deliveroo in città. Con il servizio siamo cresciuti, anche in termini di visibilità on line e nuovi consumatori che abbiamo raggiunto e che adesso apprezzano la nostra offerta. Deliveroo ormai è parte integrante del panorama gastronomico romano. Le difficoltà della pandemia hanno ulteriormente dimostrato quanto il food delivery sia fondamentale per i ristoranti e per i consumatori, a Roma e non solo”.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Marzo 2021, 15:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA