Vitium, una villa del '300 a Crema per un viaggio nei sapori gourmet
di Claudio Burdi

Crema: Vitium, una villa del '300 per un viaggio nei sapori gourmet

Per un vero gourmet una gita fuoriporta al ristorante di Michele Minchillo, giovane chef pugliese (diplomato Alma) di talento, diventa un viaggio di quelli che si ricordano a lungo. Per l’elegante location in un edificio del ‘300 e per la gioia di scoprire una cucina contemporanea, italiana con influenze asiatiche, che appaga vista e palato.

Una trentina di coperti ben distanziati dove gustare un percorso di sapori serviti su ceramiche sorprendenti (come quelle a forma di mano). Dagli amuse-bouche come la tartelletta di alghe marine con baccalà marinato al cedro o le sfere liquide di rapa rossa, oliva candita e chips di rapa bianca ad antipasti come calamari al nero o lingua, salsa alla brace, mais, curry verde e caviale. Imperdibili i ravioli ripieni di ragù alla genovese, crema di Salva Cremasco dop e mostarda di zucca e la Pluma iberica, nduja, burrata e cavolo cinese.

Vitium - Crema, via Ginnasio 4 - tel. 0373/622.071 - chiuso martedì - costo medio: 55 euro.

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Gennaio 2020, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA