Antica Fontana di Trevi: il desiderio di mangiare bene non si avvera
di Il Cavaliere Nero

Antica Fontana di Trevi: il desiderio di mangiare bene non si avvera

Se avete tirato una monetina nella fontana e avete espresso il desiderio di trascorrere una buona serata nel cuore della Capitale, forse è meglio stare alla larga dall’Antica Fontana di Trevi, il ristorante a due passi in via dei Crociferi. Si parte dal servizio che, si sa, è il biglietto da visita di ogni locale: i clienti fatti sedere a tavoli ancora da riallestire, attese lunghe già solo per avere il menu, i camerieri magari parlano altre lingue, ma l’italiano lascia spesso a desiderare. Poi arrivano i piatti: qualità discutibile, preparazione approssimativa anche nelle ricette tipiche della tradizione romana (bucatini all’amatriciana, cacio e pepe e carbonara). Per non parlare della pizza. Da fuori il locale sembra accogliente. Ma all’interno l’arredo è kitch, in sintonia con lo stile del personale. Il conto risulta inevitabilmente inadeguato. Eppure i turisti ci cascano dentro. Come monete nella fontana.

Antica Fontana di Trevi, via dei Crociferi 36/40, Roma.

Mercoledì 16 Ottobre 2019, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA