Dieta del Supermetabolismo, -10 kg in un mese: menu e ricette del regime alimentare consigliato da Jennifer Lopez

Video

Star come Jennifer Lopez o Reese Witherspoon non hanno dubbi: la Dieta del Supermetabolismo funziona. Originariamente nota come “Fast Metabolism Diet”, la Dieta del Supermetabolismo, portata alla ribalta dalla nutrizionista (ovviamente medico dello starsystem) Haylie Pomroy, si basa sul potere bruciagrassi degli alimenti e, grazie a un preciso schema che prevede una suddivisione in tre fasi, e una rotazione equilibrata degli alimenti, aiuta ad accelerare il metabolismo e a far perdere 10 kg in un solo mese. Questo regime alimentare è diventato famoso grazie alla presentazione in TV su programmi come il Dr. Oz e Good Morning America, e alla pubblicizzazione di alcune celebrità (Rachel Welch, Robert Downey Jr., Jennifer Lopez, LLCool J e Cher). Quindi se volete seguire le mode, non potete farvi scappare questa dieta.

 

 

La Dieta del Supermetabolismo, utilizzata da star e atleti

Qualsiasi sia il regime alimentare che scegliete di approcciare, sarebbe bene consumare con una certa regolarità questi 10 cibi che non solo aiutano il nostro fisico a mantenersi in forma, ma sono un vero toccasana per la nostra salute. A quanto sostiene la Pomroy, infatti il sistema del supermetabolismo si presta non solo al dimagrimento per la cultura estetica, ma anche alla terapia nutrizionale dei soggetti colpiti da malattie croniche ed obesi patologici. Utilizzata in diversi centri di cura non solo per dimagrire ma anche per combattere diabete e alcune malattie metaboliche, questa dieta ha convinto celebrità e atleti per l'efficacia e la velocità dei suoi risultati, che si traducono non solo in perdita di peso, ma anche in diminuzione dei livelli di colesterolo cattivo (LDL) e in stabilizzazione del tasso glicemico. Comunque sia, il vero successo di questa dieta si deve al fatto che promette di poter perdere10 kg in poche settimane.

 

 

Lo schema della dieta del supermetabolismo

La dieta del supermetabolismo dura solo 28 giorni e prevede tre diverse fasi che si alternano ogni 2-3 giorni, in cicli settimanali. Ogni fase comporta il consumo di alimenti differenti e lo svolgimento di un diverso tipo di attività fisica, ma esistono anche delle regole di base che dovranno esser rispettate per tutta la durata del programma. Ecco lo schema da seguire per ottenere benefici e vantaggi dalla dieta del supermetabolismo: Mangiare 5 volte al giorno, ogni 3-4 ore senza saltare i pasti; Consumare la colazione entro 30 minuti dal risveglio; Bere 30 cl di acqua per ogni chilo di peso corporeo; Scegliere alimenti biologici; Fare attività fisica almeno 3 volte alla settimana; Rispettare le 3 fasi della dieta. 

 

 

La Dieta del Supermetabolismo: le fasi, cosa si può mangiare

Fase 1 (lunedì e martedì): si dovranno privilegiare frutta, verdura, proteine e cereali, anche se non tutti. Il menù della dieta del supermetabolismo dovrà includere a colazione una porzione di cereali e frutta, due spuntini a base di frutta, pranzo e cena con una porzione di cereali, una di proteine e verdure in quantità. L'obbiettivo di questa fase è di “rilassare” l'organismo, ovvero quello di modificare la costante attitudine ad accumulare grassi nel tessuto adiposo come forma di difesa da possibili carestie.

 

Fase 2 (mercoledì e giovedì): prevede l’assunzione di proteine e verdure, avendo cura di optare per cotture alla griglia, lesse o in umido, e di evitare del tutto i grassi, esattamente come nella fase precedente. Una volta rilassato, l'organismo è pronto per entrare nella modalità di consumo ottimale dei grassi e per fare ciò è necessario limitare l'assunzione di grosse quantità di lipidi ma anche di carboidrati. Il menù di questa seconda parte della dieta sarà composto da una colazione e degli spuntini a base di omelette (di soli albumi) e verdure e pranzo e cena con carni magre, pesci o insaccati magri e verdure. 

 

Fase 3 (venerdì, sabato e domenica): in questa fase si prevede il reintegro degli alimenti grassi, a patto che siano sani, insieme a proteine, frutta a basso indice glicemico e cereali integrali. Questo è il momento in cui avviene l'aumento metabolico. A colazione e durante gli spuntini dovrete consumare la frutta, mentre a pranzo e a cena potete scegliere mezza porzione di quinoa, avena oppure riso integrale, insieme a un piatto di carne magra o pesce, e verdure a volontà.

Dieta di fine estate, -5 kg in 3 giorni: il menù per chiudere la stagione in forma perfetta

 

Dieta del Supermetabolismo e sport

L'esercizio fisico nella Dieta del Supermetabolismo è consierato fondamentale, ma in realtà lo è in quasi tutte le diete perchè velocizza il processo di dimagrimento. Come afferma la nutrizionista Haylie Pomroy, «gli esercizi di resistenza aumentano la produzione di ormoni che fanno sì che le cellule utilizzino il glucosio in modo più efficiente. Queste risposte ormonali danno al corpo il potere di bruciare i grassi, migliorare la crescita muscolare e stabilire un ritmo naturale». Anche lo sport deve essere scelto in base alle tre fasi della dieta. Ecco quindi quale attività fisica scelgliere in base al giorno della settimana in cui ci troviamo.

Fase 1 (lunedì - martedì): L'attività motoria è incentrata sulla muscolazione e sullo sviluppo della forza. Non dimentichiamo che il muscolo brucia grandi quantità di grasso, pertanto più muscoli possediamo, più grassi saremo in grado di consumare. Fase 2 (mercoledì e giovedì): L'attività motoria è incentrata sulla muscolazione e sullo sviluppo della forza. Non dimentichiamo che il muscolo brucia grandi quantità di grasso, pertanto più muscoli possediamo, più grassi saremo in grado di consumare. Fase 3 (venerdì - sabato - domenica): In questa fase è consigliabile praticare attività fisica tranquilla come il pilates o lo yoga; anche il massaggio e la meditazione vengono considerati "esercizi fisici" adatti alla terza fase.

Dieta giapponese, -11 kg in 13 giorni: il regime alimentare che fa bene alla linea e alla mente

Ecco gli alimenti concessi e quelli vietati

Assolutamente vietati tutti i prodotti lattiero caseari. Si consiglia di prediligere gli alimenti biologici, senza conservanti e privi di sale o zucchero aggiunti.

Frutta e verdura fresca di base. Qualunque frutta e verdura di stagione: mele, arance, limoni e lime, cavolo, carote, sedano, broccoli, cetrioli, cavoli, spinaci, peperoni verdi o rossi, funghi, patate dolci, cipolle gialle, aglio. Granaglie e semi oleosi Steel cut oat: è un'avena lavorata in maniera particolare. In alternativa si può utilizzare quella laminata vecchio stile. Si a quinoa, riso integrale, mandorle crude, anacardi e noci. No agli arachidi. La dieta permette ancora i semi di girasole crudi. Carne e pesce: si a pollo e tacchino (soprattutto petto), carne di manzo, carne essiccata, alce e bisonte, tonno in scatola (in salamoia). Uova e bianchi d'uovo: nella fase 1 e nella fase 2 si usano solo i bianchi d'uovo; va bene anche quello pastorizzato. Cibi congelati concessi: frutti di bosco, gamberi, tutti i pesci surgelati. Condimenti e alimenti in scatola: brodo, fagioli in scatola o essiccati (i fagioli in scatola sono comodi ma possono contenere BPA. È quindi preferibile scegliere i fagioli secchi), sale marino, aceto balsamico, tamari, olio d'oliva.

Dieta, pancia piatta in una settimana: -9 chili per la perfetta forma costume

 

La dieta del supermetabolismo, qualche strappo alle regole

Non sono consigliati, ma si sa durante una dieta a volte abbiamo bisogno di concederci qualche piacere, ecco quindi gli alimenti concessi: latte di mandorle o latte di cocco, pane integrale e con semi interi: può essere utilizzato nella Fase 1 e nella Fase 3, pasta di riso o di quinoa, pancetta di tacchino, stevia o xilitolo di betulla

 

Integratori, servono? 

A volte, soprattutto quando la gestione dei pasti diventa impossibile a causa degli impegni lavorativi, e della vita frenetica che tutti conduciamo, per seguire la dieta del supermetabolismo è necessario fare uso di prodotti commercializzati con l'obbiettivo di sostituire i pasti. Si tratta principalmente di integratori in polvere, anche monodose, differenziati e specifici per ogni fase della dieta.

Dieta, la marmellata fa ingrassare? Cosa succede se mangiata a colazione

 

Ricette gustose per seguire la Dieta del Supermetabolismo

Perdere 10 kg in 28 giorni non è un'affare semplice, ma cercheremo di darvi qualche "ricetta" per rendere un po' più piacevole questo percorso di restrizioni, rispettando ovviamente le 3 fasi e gli alimenti concessi. 

A colazione ad esempio nella Fase 1 è perfetto un frullato di fragole: 3 cucchiai di fiocchi di avena, una tazza di fragole, 120 ml di latte di riso o 100 ml di latte di cocco, e un cucchiaio di stiva o in alternativa un cucchiaio di burro di mandorle e frullate il tutto. ​La Fase 2 invece ve la addolciamo con una buonissima torta al cacao: sbattete due uova, utilizzando solo gli albumi, e unite un cucchiaio di cacao e uno di stevia, mescolate poi il tutto e cuocete in forno oppure su fuoco utilizzando una padella antiaderente. E per la Fase 3 ci corre in aiuto una ricetta tutta americana: i Pancakes. Quelli che vi proponiamo sono i pancakes ai mirtilli: tritate nel mixer 5 cucchiaio di fiocchi di avena, aggiungete mezzo cocco grattugiato, un uovo, 2/3 cucchiaio di stevia e mescolate. Successivamente aggiungete i mirtilli, e cuocete sul fornello con una pentola antiaderente.

Per i pasti

Fase 1, ottimo per il lunedì o il martedì è il pollo al curry: cuocete un po' di cipolla con acqua e sale, unitevi i pezzettini di pollo e i cavoletti di Bruxelles e continuate la cottura per circa 20 minuti. Nel frattempo dedicatevi al curry, diluendolo con un po' d'acqua, e alla fine versatelo nella padella con il pollo e i cavoletti. Potete aggiungere anche altri tipi di verdure, come le carote o i finocchi, in base alle vostre preferenze. Fase 2, qui si dà spazio al pesce. Merluzzo al forno: mettete il merluzzo su un letto di pomodorini a dadini, aggiungete prezzemolo, basilico e origano e condite con il sale, aglio e pepe. Cuocete il tutto in forno a 180°C per 15 - 20 minuti. Ecco una sfiziosa ricetta invece per la Fase 3. Quinoa con ceci, sedano e avocado: lessate i ceci, metteteli in una terrina, aggiungendo avocado e sedano tagliati a pezzetti, e condite il tutto con prezzemolo e sale. Cuocete la quinoa e versatela nella terrina con le verdure, mescolando il tutto.

Video

 

Il mantenimento

Il mantenimento della dieta del supermetabolismo sarebbe la Fase 4 (che vi avevamo tenuta nascosta) ed è finalizzato a conservare gli ottimi risultati raggiunti con il regime alimentare seguito finora. Sono tre i punti da tenere in considerazione in questa fase di mantenimento per non riprendere i chili persi. Per prima cosa si può integrare un alimento dalla lista di quelli proibiti - pane, caffè, tè, pasta, latticini, cibi confezionati, zuccheri raffinati e alcool. Si tratta di una concessione che deve essere fatta solo se l'alimento in questione non crea disturbi quali gonfiore o pesantezza, in quel caso, evitate e tornate a seguire le indicazioni della dieta oppure scegliere un altro alimento. ​Per gli spuntini non siete più obbligati a limitarvi a grassi e proteine più verdure, ma potete spaziare anche con quelli previsti dalle altre fasi, quindi la frutta o le sole proteine. La buona notizia è che arrivati a questo punto non dovrete seguire più le regole ferree del regime alimentare ma ptrete scegliere i vostri piatti pescandoli dalle varie fasi senza seguirle cronologicamente. Ovviamente potete tornare a seguire la dieta del supermetabolismo a fasi alterne, anche solo per una settimana al mese o quando lo ritenete opportuno.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Agosto 2021, 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA