Il Circolo Canottieri Lazio si aggiudica le Olimpiadi del Gusto. Settimio Scacco chef dell'anno
di ida di grazia

Il Circolo Canottieri Lazio si aggiudica le Olimpiadi del Gusto. Settimio Scacco chef dell'anno

Il Circolo Canottieri Lazio mette ‘sotto Scacco’ le Olimpiadi della Gastronomia. Lo chef Settimio Scacco è stato incoronato chef dell’anno in una gara culinaria serratissima che ha visto confrontarsi otto circoli sportivi romani. Oltre al CC Lazio, Tevere Remo, Corte dei Conti, Tennis Eur, Verde Roma, Casetta Bianca, CS Safi Elis, CS San Michele sono scesi…in cucina per aggiudicarsi la manifestazione giunta alla quinta edizione.
Seguendo la ‘sacra’ tradizione delle Olimpiadi della Gastronomia, l’onore di ospitare la cerimonia di premiazione spetta al circolo vincitore e, dunque al CC Lazio che mercoledì 28 febbraio ha accolto i circoli partecipanti per la serata di gala ‘olimpica'.


A convincere l’esigente giuria dell’Accademia Italia della cucina il gioco di squadra di un tandem consolidato formato dallo chef Settimio Scacco e Vittorio Palumbo, il ’timoniere’ della ristorazione al CC Lazio. Dal flan di cavolfiore e vaniglia con polvere di guanciale, cialdina croccante di polenta e pomodorini semi confit al risotto con pere, noci e castelmagno. Dal brasato di manzo al Barolo con strabilia di rapa rossa e perle di zucchine al soufflé ghiacciato al limone con scaglie di cioccolato bianco, il tutto annaffiato dai vini della cantina del Principe Pallavicini: così il doppio maschile del gusto griffato CC Lazio ha avuto la meglio nella sfida serratissima con gli chef degli altri circoli romani.
 
Medaglia d’argento a pari merito per gli chef Fabio Balsamo (Tevere Remo) e Daniele Perfetto (Circolo Magistrati Corte dei Conti). Il bronzo è andato invece al Tennis Eur grazie al menù proposto da Giuseppe Vallefiorita e al Circolo Verde Roma con Rukshan Rathnayaka.

«Aldilà del successo ‘olimpico’, che certamente fa piacere e dà prestigio al circolo – ha dichiarato il Presidente del CC Lazio Paolo Sbordoni - siamo felici di aver onorato il sacro principio di ospitalità del CC Lazio accogliendo nei nostri saloni i partecipanti alla manifestazione. Aver vinto le Olimpiadi della gastronomia ci consente di inaugurare con tutti gli onori la nostra nuova terrazza, da poco ristrutturata, che sarà un ulteriore palcoscenico delle prossime attività sociali e culturali del Circolo».
 
Le Olimpiadi della Gastronomia, ideate da Sergio Rossi, inaugurate nel 2013 hanno dato vita ad un nuovo sport, la competizione gastronomica, patrocinata, come per gli anni precedenti dell‘Accademia Italiana della Cucina - Istituzione culturale della Repubblica Italiana fondata nel 1953 dal giornalista Orio Vergani allo scopo di tutelare le tradizioni della nostra cucina. La giuria è stata presieduta da Gabriele Gasparro, presidente dell’Accademia, e composta dagli accademici Michela Rossi e Gianni Sorte.
 
Gli atri premi:
 
PREMIO TRADIZIONE: Santiago Erazo – Casetta Bianca
PREMIO PROFESSIONALITÀ: Stefania Scanavino - Centro Sportivo Safi elis
PREMIO GENUINITÀ: Filippo Ceniccola - Centro Sportivo San Michele
PREMIO COREOGRAFIA: Centro Sportivo San Michele;
 
 
Giovedì 1 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME