Mamma positiva partorisce bambina sana. L'ospedale: «Sì alle videochiamate per vedere la neonata»
di Antonino Dolce

Mamma positiva partorisce bambina sana. L'ospedale: «Sì alle videochiamate per vedere la neonata»

Una giovane di Vasto, positiva al Covid-19, ha dato alla luce una bambina dopo un parto cesareo d'urgenza all'ospedale "San Pio". La ragazza aveva già programmato il parto a Chieti, ma nella notte tra giovedì e venerdì ha avuto le doglie e non ci sarebbe stato il tempo di trasferirla nel nosocomio del capoluogo. La donna si trovava in quarantena perché risultata positiva al coronavirus così come altri membri della sua famiglia.

Accolta al "San Pio" dall'équipe dell'Ostetricia e Ginecologia diretta da Francesco Matrullo, è stata sottoposta la taglio cesareo. «Ha dato alla luce una bambina bellissima e sana – spiega la Asl – È nata in anticipo rispetto al termine previsto, per questo è stata trasferita alla Neonatologia dell'ospedale di Pescara». La neomamma così, almeno per qualche giorno, la vedrà solo attraverso il display dello smartphone, il personale dell'ospedale pescarese si è reso disponibile alle videochiamate.

Ora, la donna è ricoverata nel reparto di Malattie infettive dove la direttrice Maria Pina Sciotti «è stata al suo capezzale per tutta la notte al fine di scongiurare la possibilità di complicazioni post partum causate dall'infezione». Le sue condizioni non sono preoccupanti, ma deve risolvere la polmonite causata dal Covid-19. «L'Ostetricia ha fatto un lavoro egregio – sottolinea la dott.ssa Sciotti – Nonostante la nostra unità operativa sia sempre occupata al massimo della dotazione di posti letto, siamo riusciti ad accogliere la neomamma grazie al trasferimento di due pazienti stabili nell'Rsa di Casoli».


Ultimo aggiornamento: Sabato 5 Dicembre 2020, 08:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA