Dispersi sul monte Velino, abbondanti nevicate sulla zona colpita della valanga: ricerche più difficili

Dispersi sul monte Velino, abbondanti nevicate sulla zona colpita della valanga: ricerche più difficili

Dispersi sul monte Velino in Abruzzo: in Valle Majelama, da due giorni, è tornato il silenzio. L’ondata di maltempo che ha investito tra sabato e domenica la Marsica ha fermato il lavoro dei soccorritori. «L' abbondante neve che ha interessato il massiccio del Velino in queste giorni- commenta Enzo Albanese, responsabile della comunicazione - renderà nuovamente pericolose le operazioni tra la Valle Majelama e la Valle del Bicchero, dove si cercano Tonino Durante, Gianmarco Degni, Valeria Mella e Gianmauro Frabotta dispersi da domenica 24 gennaio».

«Questa mattina dovrebbe aprirsi una finestra di bel tempo - precisa il maggiore dei carabinieri Silvia Gobbini- e gli elicotteri torneranno a volare per controllare le condizioni di sicurezza dell’area dove il soccorso da giorni sta operando. Lo scenario potrebbe cambiare a causa della neve. Solo in condizioni di sicurezza i soccorritori torneranno in quota».

Valle Majelama era stata bonificata dalle squadre di soccorso ma ora si teme che le perturbazioni di questi giorni abbiano cancellato il duro lavoro dei soccorritori. L'area era stata bonificata dalla neve instabile, con piccole cariche esplosive e per la prima volta è stato usato un georadar, uno strumento che viene normalmente utilizzato per mappare il fondo dei ghiacciai.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Febbraio 2021, 09:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA