Morta Cristina Tosa, raccontava la malattia infettiva e la montagna su Facebook. Aveva 40 anni

Cristina era molto amata, il suo carattere estroverso, la simpatia contagiosa le avevano regalato una vita piena di interessi ed amici

Su Facebook raccontava la montagna e la malattia, Cristina non ce l’ha fatta: aveva 40 anni

di Mila Cantagallo

«Se mai un giorno dovessi scoprire che esiste davvero il luogo che molti chiamano “paradiso”, vorrei tanto che somigliasse ad un posto come questo». Scriveva così Cristina Toso sul suo profilo Facebook lo scorso 5 luglio, mostrando una foto in cui è seduta su una roccia in un paesaggio montano illuminato dal sole. Le cime erano la passione della 49enne pescarese scomparsa mercoledì dopo molti anni di cure e sofferenza a causa di una malattia infettiva che l’aveva colpita 18 anni fa.

Bimbo investito da un pirata a Roma sulle strisce pedonali, il padre: «Attimi tremendi, aiutatemi a identificare il colpevole»

Cristina era molto amata, il suo carattere estroverso, la simpatia contagiosa le avevano regalato una vita piena di interessi ed amici. Lavorava come commessa in una grande catena di abbigliamento a Chieti, il suo passatempo preferito erano il trekking e le escursioni in montagna, in compagnia del marito Massimo e di amici. Uno di questi era la guida alpina pescarese Raffaello Toro, morto tragicamente due mesi sul Corno Piccolo del Gran Sasso.

La morte della giovane ha destato enorme tristezza manifestata sui social con centinaia di messaggi di cordoglio. Tutti conoscevano i problemi di salute della Toso, comunicativa anche nel dramma personale. Sul suo profilo FB Cristina postava infatti aggiornamenti sulla salute e dimostrava continua sensibilità per i malati che, in altre parti d’Italia, vivevano la sua stessa esperienza, facendo conoscere le loro storie. Negli ultimi mesi le condizioni si erano aggravate, causandole dolori lancinanti di cui raccontava al mondo social e, contestualmente, denunciava l’assenza in Italia di un sistema sanitario efficiente per i malati che hanno contratto un virus spesso letale. La donna ha lottato energicamente aggrappandosi, pochi giorni fa, all’ultima speranza prospettata da una clinica tedesca: lì il suo cuore ha cessato di battere. L’annuncio della morte è stato dato su FB dal marito Massimo, che ha chiesto silenzio e preghiere in questo terribile momento. In attesa del rientro della salma in Italia, la data dei funerali non è stata stabilita.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Luglio 2023, 23:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA