Covid, donna morta in Abruzzo: non si registravano vittime da tre settimane
di Tito Di Persio

Covid, donna morta in Abruzzo: non si registravano vittime da tre settimane

Dopo oltre tre settimane c'è un decesso per Covid e i nuovi positivi in provincia sono otto. A perdere la vita nel reparto di malattie infettive del Mazzini di Teramo (unico presidio ospedaliero aperto nel Teramano) Antonietta Fratoni, 85 anni, di Basciano, in provincia di Teramo. La donna, che soffriva di altre patologie e non è chiaro come abbia contratto il virus, ha iniziato ad avvertire i primi sintomi all'inizio del mese. La notte tra il 6 e il 7 di luglio le sue condizioni sono precipitate ed è stato necessario il ricovero. Nella tarda serata di mercoledì è morta. I funerali si sono tenuti ieri.

«Il numero dei contagi sta salendo soprattutto nella fascia d'età tra i 20-29», fa sapere il direttore sanitario Maurizio Brucchi. Aggiunge che «l'osservata speciale è la costa della Val Vibrata per la vicinanza con la diffusione della variante Delta nelle Marche». «La buona notizia è che pochi devono ricorrere all'ospedalizzazione», dice ancora Brucchi. Sono attualmente 21, tre ieri, i positivi ad Alba Adriatica. Lo fa sapere la sindaca Antonietta Casciotti, sottolineando che non c'è nessun ricoverato e sono tutti in isolamento domiciliare.

Lo stesso numero si registra anche a Martinsicuro. «Non mi risultano particolari focolai e la situazione è stabile», dice il sindaco Massimo Vagnoni. I due sindaci raccomandano di non abbassare la guardia, perché le restrizioni sarebbero disastrose in piena stagione turistica. Prosegue il Beach Covid-free: in 8 giornate di attività ha fatto registrare 2.065 vaccini e 320 tamponi (scoperti due positivi). 
 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Luglio 2021, 10:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA