Bambino di 2 anni ingerisce psicofarmaco prescritto alla nonna, intossicato all'Aquila. «Ora sta meglio»

nel pomeriggio si è ripreso e i medici stanno valutando se dimetterlo

Bambino di 2 anni ingerisce psicofarmaco prescritto alla nonna, intossicato all'Aquila. «Ora sta meglio»

di Sonia Paglia

Bambino di due anni, originario di Sora, in provincia di Frosinone, ingerisce uno psicofarmaco prescritto alla nonna. Le sue condizioni di salute in un primo momento era apparse gravi e il piccolino è stato ricoverato d'urgenza nell'ospedale di Avezzano, poi con le cure e il passare delle ore il bambino si è ripreso e ora sta meglio tanto che i medici stanno valutando le dimissioni.

Bagnino sgrida ragazzino e il padre lo prende a pugni, il giovane aveva superato la boa. Choc a Terracina

Il ricovero

È successo nel primo pomeriggio nel Comune di Opi, nel Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, in provincia dell'Aquila. A chiamare i soccorsi sono stati i genitori quando, terrorizzati, hanno capito che il loro bambino aveva ingerito accidentalmente una pillola di ansiolitico prescritto alla nonna. Il piccolo era in auto con i genitori, ha messo le mani nella borsa della nonna, una preso una pasticca da 25 milligrammi di psicofarmaco e l'ha ingerita.

Sono  stati attimi di puro tensione, i genitori in preda al panico si sono rivolti al vicino campo della Croce rossa: il medico del 118 ha deciso per il ricovero immediato sospettando un'intossicazione da farmaco. Il bambino è stato condotto con l’elisoccorso all’ospedale di Avezzano, dove è stato tenuto sotto osservazione e sottoposta a cure specifiche, nel tardo pomeriggio si è ripreso, era vispo, si è messo a giocare e correre tanto che i medici di pediatria stanno pensando a dimetterlo.

Valentina Cracco muore a 20 anni nello schianto fra 4 auto a Vicenza, l'incidente la sera di Ferragosto

Come sta

Ci sono indagini in corso, da parte dei carabinieri della Compagnia dei carabinieri di Castel Di Sangro per capire l'esatta dinamica dell'accaduto di questa storia finita fortunatamente bene per il piccolo.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Agosto 2023, 19:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA