Abusi sessuali su uno studente, preside condannato a tre anni e sei mesi
di Alfredo d'Alessandro

Abusi sessuali su uno studente, preside condannato a tre anni e sei mesi

Tre anni e sei mesi di reclusione e, quando la sentenza sarà definitiva, interdizione perpetua dall'insegnamento. Si è chiuso così in Tribunale il processo a M.R., il docente e dirigente scolastico di 48 anni, di Lanciano, accusato di atti sessuali con un alunno all'epoca minorenne (e che oggi ha 21 anni) con abuso dei poteri connessi alla sua funzione.

Il collegio ha pronunciato la condanna, come chiesto anche dal difensore, l'avvocato Alessandro Troilo, in continuazione con il patteggiamento, a un anno e 6 mesi dinanzi al Gip del Tribunale de L'Aquila nel procedimento che vedeva M.R. accusato di prostituzione minorile per aver fatto sesso a pagamento con un ragazzino di 16 anni. Il pubblico ministero Marika Ponziani aveva chiesto 4 anni e 6 mesi. M.R., che non era in aula, nel frattempo resta sospeso dall'insegnamento e con l'obbligo di firma.

I fatti, secondo l'accusa , si sono verificati da settembre del 2017 ad aprile del 2018, sia all’interno della presidenza della scuola superiore di Ortona, di cui M.R. era dirigente, sia nella sua casa al mare di San Vito Chietino. Ieri il Tribunale sentito l'ultimo testimone, citato dall'accusa sulla circostanza che il preside avrebbe rivolto un avances al ragazzo al termine di una cena. Avance che, a detta della prof, il ragazzo respinse con una risposta secca.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Settembre 2021, 08:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA