CRoma, oggi Umberto Tozzi presenta il nuovo 
​album e incontra i fan alla Discoteca Laziale
di Carlo Mandelli

Roma, oggi Umberto Tozzi presenta il nuovo
album e incontra i fan alla Discoteca Laziale

Appuntamento romano per Umberto Tozzi che oggi sarà alla Discoteca Laziale per presentare il suo nuovo lavoro. Il capitolo discografico in questione s'intitola Ma che spettacolo ed è quello che nei giorni scorsi ha riportato in scena il cantautore piemontese dopo qualche tempo di assenza. La scaletta dell'album è composta da tredici brani inediti, che in radio sono stati anticipati dal singolo Sei tu l'immenso amore.





«A livello di scrittura - ha detto Tozzi - l'album è nato tra febbraio e marzo scorsi, quando finalmente è arrivato quel momento di ispirazione che aspettavo da tempo. Mi sono chiuso in un piccolo studio dove sono nate canzoni in maniera naturale e in tempi brevi».



Tra l'elenco di nuovi brani che Tozzi ha scelto tra tutti quelli nati in passato in studio di registrazione, ci sono anche Hammamet, dedicata al popolo tunisino, così come Donne al potere che invece è dedicata all'universo femminile. «Non è solo un titolo - ha detto Tozzi in proposito - ma un auspicio. Le donne sono più forti e più ragionevole. Chi fa un figlio non lo manderebbe mai a combattere in una guerra».



Con una lunga carriera musicale nata a metà degli anni Settanta, quelli di Un corpo un'anima, Tozzi è anche uno dei nomi tra gli artisti italiani più amati all'estero. «Uno dei paesi a cui sono più legato - ha spiegato - è la Francia dove una canzone come Ti amo è rimasta in classifica per molto tempo, grazie anche ai dj della Costa Azzurra che la passavano in continuazione».



Il nuovo album, come in passato, è stato prodotto per l'etichetta creata dallo stesso cantautore, Momy Records. «Quando ho cominciato a fare musica volevo scrivere canzoni per altri - ha confessato - perché ero timido e la mia voce non mi piaceva. Poi i discografici mi hanno convinto a provare e Donna amante mia è stata subito un successo».

Sabato 21 Novembre 2015, 01:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA