Oggi è la Giornata Mondiale della Gentilezza:
ecco il decalogo per essere più felici

Oggi è la Giornata Mondiale della Gentilezza:
ecco il decalogo per essere più felici

ROMA - Oggi 13 novembre e in tutto il mondo si celebra la 'Giornata mondiale della gentilezza', lanciata attraverso una conferenza del 1997 a Tokyo e introdotta in Italia dal 2000. Una giornata in cui, in definitiva, bisogna essere più felici", ha detto all'Adnkronos Cristina Milani, fondatrice della onlus Gentletude e vicepresidente del 'Movimento mondiale per la gentilezza' che raccoglie una trentina di nazioni. La parola d'ordine è dunque "essere gentili".



CONTRO IL BULLISMO Numerose le iniziative in tutto il mondo, in particolare negli aeroporti con l'organizzazione di flash mob. Tra queste da segnalare la campagna volta a sensibilizzare l'opinione pubblica contro il fenomeno del bullismo.

L'idea è invitare gli utenti dei social network a condividere sui propri profili una foto con il messaggio "Contro il bullismo io scelgo la Gentilezza", e postarla, se lo desiderano, sulla pagina Facebook dell'associazione (www.facebook.com/gentletude).



IL DECALOGO Il Movimento ha redatto un decalogo di regole per essere gentili.



1. Alzati ogni mattina col sorriso sulle labbra, ritenendoti fortunato per il fatto che vivi e puoi are il tuo contributo alla vita nel mondo.



2. Impara ad ammirare le bellezze della natura in tutte le sue forme, apprezzando l'importanza in un ambiente pulito e favorevole all'uomo.



3. Impara ad apprezzare anche la cultura e l’arte che sono aspetti evoluti dell'umanità e la possono aiutare a crescere.



4. Rispetta con convinzione profonda le regole che la società si è data, perché rappresentano la guida indispensabile per una serena convivenza.



5. Se noti incongruenze o dei difetti nella società, evita atteggiamenti disfattisti, ma impegnati per dare il tuo apporto al suo miglioramento.



6. Guardati intorno: anche nel piccolo orizzonte della tua quotidianità, c’è sempre qualcuno che tu puoi aiutare.



7. Opera soprattutto a favore di coloro che non lo chiedono, perché spesso hanno più bisogno di altri.



8. Non pretendere ricompense per quello che offri agli altri e trova in te stesso la gioia di aver ben agito.



9. Cerca di trasmettere lo spirito della gentilezza intorno a te, così da coinvolgere sempre più persone in un progetto comune di perfezionamento della nostra natura di uomini.



10. Trova la forza e l'entusiasmo per proseguire sul cammino della gentilezza, anche considerando che essa può produrre in te un importante benessere psicofisico.
Giovedì 13 Novembre 2014, 12:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA