Rifiuti, il primo eco-distretto a Rocca Cencia: 
​i lavori inizieranno a fine anno
di Paola Lo Mele

Rifiuti, il primo eco-distretto a Rocca Cencia:
i lavori inizieranno a fine anno

E' previsto entro la fine del 2015 l'inizio dei lavori per la realizzazione del primo eco-distretto di Roma, una «cittadella eco-industriale che riceve rifiuti e espelle prodotti» e che, salvo intoppi, dovrebbe nascere a Rocca Cencia.





In questo sito, oggi già utilizzato per il trattamento dei rifiuti, il progetto prevede: quattro stabilimenti più grandi - per vetro, carta, plastica e organico - e altri minori, ad esempio per le terre di spazzamento e per i pannolini. Poi: «riqualificazione di tutta l'area, percorsi pedonali e accessibilità permanente» per i cittadini e le scolaresche. Ad annunciare il piano è il presidente dell'Ama Daniele Fortini: «Oggi a Rocca Cencia affluiscono circa 400 mila tonnellate di rifiuti indifferenziati, una piccola parte di differenziati ed escono comunque rifiuti. Nell'eco-distretto, invece, con ogni probabilità entrerà anche qualche migliaia di tonnellate in meno di rifiuti ed usciranno prodotti. Sarà assolutamente meno impattante - sottolinea - perché gli indifferenziati caleranno a 100 mila e saranno comunque trattati ai fini del recupero della materiale. Avremo tutti impianti meccanici (quindi né chimici, né termici) che lavoreranno con l'ausilio dell'elettronica e della tecnologia ottica».



I tempi di realizzazione risentiranno di quelli delle autorizzazioni, «ma iniziando subito, così come concordato con l'assessorato all'ambiente e con il municipio più interessato - spiega Fortini -, partirà velocemente una campagna di confronto con il territorio e i cittadini e penso che entro la fine dell'anno cominceranno i lavori». Il piano dell'Ama guarda ad una cittadella «trasparente. Quando sarà in esercizio - afferma -, ci saranno percorsi pedonali e accessibilità permanente. Gli impianti sono concepiti per essere visitati, spiegati e comprensibili a chiunque, a partire dalle scolaresche. E ci saranno dei percorsi sicuri all'interno degli stabilimenti». Infine, per la nascita di eventuali altri eco-distretti in città, il presidente della municipalizzata romana vuol contare molto «sul valore comunicativo» di Rocca Cencia, «una volta che i cittadini di un'altra zona capiscono come funziona...».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Marzo 2015, 08:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA