Il collezionista di multe non molla:
da gennaio 8.500 euro di sanzioni
di Elisa Di benedetto

Il collezionista di multe non molla:
da gennaio 8.500 euro di sanzioni

LIMANA - Guida ubriaco, non si ferma all’alt dei vigili, gli sequestrano l’auto, rimuove i sigilli: vanta un non invidiabile record di reati e di sanzioni un 43enne residente in Valbelluna, che nel 2015 ha collezionato una lunga serie di multe per infrazioni al codice della strada, accertate dalla polizia municipale di Limana e Trichiana.

Nel giro di nove mesi, è riuscito a farsi decurtare 38 punti della patente e a collezionare una denuncia penale per rimozione dei sigilli; due provvedimenti di revoca della patente; un provvedimento di sequestro del veicolo e tre provvedimenti di sospensione della patente.

A questi si aggiungono sanzioni per 8.551 euro.

Le sanzioni, tutte legate a episodi avvenuti nei comuni di Trichiana e Limana, sono cominciate a gennaio, con la prima multa di 531 euro per guida in stato di ebbrezza, la decurtazione di dieci punti e la sospensione della patente. Stesso copione e stesse sanzioni a giugno.



La sospensione della patente non ha fermato il 43enne, che a settembre ha ignorato l'alt della pattuglia a un posto di blocco. Fermato dopo un inseguimento, è stato sanzionato per non essersi fermato all'alt, per guida pericolosa e guida con patente sospesa, con multe per 2174 euro, 8 punti in meno, il fermo amministrativo del mezzo per tre mesi e la revoca della patente.



Nonostante il fermo del mezzo, ha continuato a utilizzare il veicolo. Una scelta, questa, che gli è costata nuove sanzioni per guida con patente sospesa e in stato di ebbrezza, la perdita di ulteriori 10 punti, la revoca della patente e il sequestro per confisca del mezzo, con l'apposizione dei sigilli.



L'ultimo capitolo della vicenda, a settembre, quando il veicolo è stato ritrovato lontano dal luogo di custodia.

«A quel punto, è scattata la denuncia penale per la rimozione dei sigilli, con una nuova sanzione di 2004 euro e la sospensione della patente».
Sabato 21 Novembre 2015, 13:07