Botti di Capodanno, almeno 251 feriti: grave un bimbo di 10 anni

Botti di Capodanno, almeno 251 feriti:
bimbo di 10 anni in prognosi riservata

ROMA - Anche quest'anno comincia con il bilancio dei feriti dei botti di Capodanno. La maggior parte è in Campania. Tra le persone ferite a Napoli per l'esplosione dei petardi c'è anche un bimbo di 10 anni, che attualmente è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Il bimbo ha riportato delle ferite agli occhi.



Intanto, proseguono gli accertamenti della polizia per stabilire la precisa dinamica di quanto accaduto nel quartiere Barra, dove l'esplosione di un pacco di petardi ha causato il crollo parziale dell'androne di un edificio.

Lo stabile, in via precauzionale, è stato evacuato. Anche alcune autovetture sono state danneggiate dallo scoppio.




Il primo bilancio parziale parla di 251 feriti, la maggior parte in provincia di Napoli, all'incirca 50. Lo scorso anno i numeri ufficiali parlavano poco più di 350 feriti a fronte dei 361 del capodanno 2013 e in netto calo rispetto ai 600 del 2012.



IL CALO Gli italiani sembrano cominciare ad usare i botti con prudenza. E' quando si evince dal bilancio della Polizia che registra negli ultimi due anni l'assenza di decessi e un sensibile calo dei feriti. In particolare i feriti sono diminuiti del 30% assestandosi sui 251 a fronte dei 361 dello scorso anno. In calo anche il numero dei minori feriti, 68 contro gli 89 del 2014. A Napoli lo scoppio di alcuni petardi ha fatto in parte crollare l'androne di un palazzo e ha visto il ferimento di 3 persone tra cui un bambino di 10 anni e un uomo di 37 anni in prognosi riservata.
Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio, 10:16