Muore a 18 anni per aver ingerito caffeina ​in polvere:
il padre sporge denuncia contro Amazon

Muore a 18 anni per aver ingerito caffeina
in polvere: il padre denuncia Amazon -Foto

Morire a soli 18 anni per aver ingerito della caffeina in polvere. È successo nel maggio scorso in Ohio, e ora il padre ha citato in giudizio il rivenditore online Amazon e le aziende che distribuiscono un integratore chiamato 'Hard Rhino'.











L'accusa e' quella di non aver fornito avvertimenti adeguati sulla sostanza. Il ragazzo, il cui nome era Logan Stiner, è deceduto lo scorso 27 maggio nella sua casa a LaGrange, a sud ovest di Cleveland, per aritmia cardiaca a causa della tossicita' della caffeina. Secondo quanto affermato dal medico legale, la quantita' di caffeina nel suo corpo era di 23 volte superiore a quella di un bevitore abituale di caffè o soda. Il padre ha chiesto un risarcimento di 25 mila dollari sostenendo che il prodotto è falsamente etichettato come un integratore alimentare. Nella causa si afferma che sul pacchetto è scritto che la sostanza può essere pericolosa in caso se ne abusi, ma non vi sono specifiche indicazioni sull'uso corretto.
Sabato 7 Marzo 2015 - Ultimo aggiornamento: 08-03-2015 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-03-07 14:32:33
Furbo il padre... Ok, se non ci sono indicazioni per un uso corretto, allora si va da un medico e si chiede a lui, oppure non si assume la sostanza. Il ragazzo ha invece assunto questa caffeina sotto la sua completa responsabilità ed era consapevole.
DALLA HOME