Usa, il giovane senatore Marco Rubio 
​la risposta repubblicana a Hillary Clinton
di Mario Landi

Usa, il giovane senatore Marco Rubio
la risposta repubblicana a Hillary Clinton

Il senatore repubblicano di origini cubane Marco Rubio ha annunciato ufficialmente la sua candidatura per la Casa Bianca.





È convinto di essere lui la «persona giusta» per «difendere il sogno americano». Non Hillary Clinton, la candidata democratica, che rappresenta un «leader del passato». Rubio, nato a Miami nel 1971, è figlio di una coppia cubana arrivata negli Stati Uniti nel 1956, durante la dittatura di Fulgencio Batista. Fedelissimo di Jeb Bush, ora potrebbe ritrovarlo da avversario, vista la probabile candidatura dell'ex governatore della Florida e fratello dell'ex presidente americano George W.



Eletto al Senato statunitense nel 2010, in molti considerano Rubio, con i suoi 43 anni, il candidato repubblicano migliore per attrarre l'elettorato dei giovani e degli immigrati. Lui ne è certo: «Il partito repubblicano per la prima volta da tanto tempo ha la possibilità in queste elezioni di presentarsi come il partito del futuro». Intanto Hillary è salita su un pulmino per cominciare la sua campagna elettorale dallo Iowa.



Da New York però le arriva la brutta notizia: il sindaco Bill de Blasio per ora non la appoggerà. «Vediamo in che direzione realmente vuole andare», ha detto, nonostante nel 2008 sia stato uno dei responsabili della campagna di Hillary e nel 2012 i Clinton lo abbiano appoggiato nel sua corsa a sindaco di New York.
Martedì 14 Aprile 2015, 03:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA