Riforme, Draghi: gli stati cedano sovranità
Padoan: ridurre la spesa o addio detrazioni

Riforme, Draghi: gli stati cedano sovranità
Padoan: ridurre la spesa o addio detrazioni

MILANO - L'Italia è tornata in recessione e ora sono soprattutto i conti pubblici a preoccupare. Nel governo tutti assicurano che per quest’anno non serviranno manovre correttive, ma le ultime previsioni davano il deficit al 2,6% a fronte di una crescita dello 0,8%. E se a fine anno avremo una crescita piatta, ovvero uguale a zero, il nostro deficit schizzerà al 3%. «Dal 2015 l’economia italiana registrerà una ripresa più decisa e sostenuta» ha dichiarato il ministro dell’Economia Padoan in un’informativa alla Camera, difendendo la scelta del bonus fiscale di 80 euro e ritenendo ancora premature valutazioni sulla sua riuscita. Ma un affondo preciso arriva anche dalla Bce: il presidente Marco Draghi insiste sull’urgenza dell riforme strutturali, un tema su cui gli Stati dovrebbero «cedere sovranità all’Europa».

Padoan: "Prematuro il giudizio sugli 80 euro"

La «spending review resta al centro della strategia del governo. È indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi di crescita e della sostenibilità della finanza pubblica» ha ribadito il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan oggi nell’informativa alla Camera. E se gli ultimi dati economici sono preoccupanti, Padoan torna a parlare di ripresa: «Dall’anno prossimo l’economia italiana registrerà una ripresa più decisa e sostenuta». È in questo contesto di medio periodo che, sostiene Padoan, «si pone la politica economica del governo». Risparmiare ancora: «Negli ultimi anni il governo ha conseguito il consolidamento dei conti con misure notevoli e l’Italia è uscita dalla procedura per deficit eccessivo, un segnale importante per i mercati e partner europei» ha sottolineato, aggiungendo che è ancora prematuro abbandonarsi a «valutazioni premature» sull’impatto del bonus fiscale di 80 euro «a soli tre mesi dall’introduzione» e dalla ricezione del bonus da parte delle famiglie.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Agosto 2014, 10:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA