Sari riconosce i volti, presi i primi ladri a Brescia

GUARDA IL VIDEO

La Polizia di Stato è riuscita ad arrestare due ladri georgiani grazie all'utilizzo di un sistema di riconoscimento facciale. “Sari”, il nuovo e sofisticato programma della Polizia scientifica di riconoscimento delle immagini, ha permesso oggi alla Polizia di Stato di Brescia di arrestare due soggetti di origine georgiana ritenuti responsabili di un furto in abitazione commesso lo scorso 17 luglio a Brescia», si legge in un comunicato delle forze dell'ordine. 
 

Le immagini acquisite da una telecamera di video sorveglianza si sono rivelate decisive per le indagini per le indagini condotte dalla Squadra mobile. «I fotogrammi sono stati poi analizzati con l'applicativo in uso alla Polizia Scientifica che permette di confrontare le immagini dei rei con i volti dei milioni di soggetti schedati, restituendo una ristretta platea di sospettati. A completare il quadro indiziario a carico dei due stranieri, domiciliati in provincia di Verona, è stato il ritrovamento degli indumenti indossati durante il furto e l'analisi dei tabulati telefonici».

 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Morto Zanza, il re dei 'vitelloni' romagnoli aveva 63 anni: «Infarto mentre faceva sesso con una 23enne»
Coniugi seviziati, arrestati tre romeni: stavano per partire con l'auto usata per l'assalto
Giuseppe Balboni, ucciso a 16 anni. Chiesto il carcere per il minore fermato, ipotesi movente una lite per droga
Asia Argento, Morgan: «Sono cazzi suoi, io non parlo perché ci siamo detti ti amo»
Ilaria Cucchi: «Stefano ha sbagliato ma stava ricominciando. Mi ha regalato un'altra vita, ho trovato l'amore»