Salvini difende gli arbitri: «In Milan-Juve un vaffa ci può stare. Nei campi di periferia 300 direttori di gara sono finiti all'ospedale»

GUARDA IL VIDEO

Sta continuando a far discutere l'episodio dell'arbitro picchiato in un campo romano di Promozione: oggi è intervenuto anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini, appassionato di calcio e tifoso del Milan, che ha annunciato che incontrerà il presidente degli arbitri domani. Prima di entrare al Palazzo delle Esposizioni, dov'è in programma la presentazione del calendario della Polizia, Salvini ha risposto così ai cronisti che gli chiedevano con chi stesse parlando al telefono: «Stavo parlando con il presidente degli arbitri che vedrò domani».

Roma, spedizione contro l'arbitro a San Basilio: preso a pugni, ha rischiato di soffocare

L'associazione arbitri ha proclamato uno sciopero della categoria nel Lazio dopo l'episodio del direttore di gara picchiato. Salvini ha parlato nello specifico della vicenda, avvenuta a San Basilio: «Ieri ero a vedere Milan-Juventus a San Siro, lì un vaffa all’’arbitro ci può pure stare - ha detto il ministro dell'Interno - Ma gli arbitri veri sono quelli che stanno nei campetti di periferia. Ho sentito il presidente degli arbitri italiani. Ci sono 35.000 arbitri non professionisti. Solo quest’anno 300 di quei ragazzi sono finiti all’ospedale. Io domani avevo un’agenda bella incasinata ma ora voglio incontrare un rappresentante degli arbitri».
 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Morto Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ferito nell'attentato di Strasburgo
Studentessa di 21 anni in Erasmus morta pugnalata alle spalle dalla coinquilina mentre studiava
Abusa della figlia per 20 anni e nasce una bimba: inchiodato dal Dna
«Cospargeva i ragazzi di olio santo e abusava di loro»: sacerdote condannato a 14 anni
Francesco Monte e Giulia Salemi dopo il Grande Fratello Vip: «Siamo una coppia, la favola continua»