Eros Ramazzotti e la politica: «Ho votato 5 Stelle e lo rifarei. In passato ho pensato di ritirarmi»

«Mio padre era comunista, immaginava un mondo equo in cui a tutti toccasse in sorte un pezzo di pane. Era utopia e lo scoprì sulla sua pelle. La tessera del Pci la presi anche io, ma solo per sei mesi», Eros Ramazzotti parla dio politica in un’intervista a Vanity Fair in occasione del prossimo lancio del suo nuovo album "Vita ce n'è": «Alle ultime elezioni – ha fatto sapere - ho votato 5 Stelle e lo rifarei».

Aurora Ramazzotti e il mistero della sostituzione a XFactor: ecco cosa è successo

Ci vuole tempo per cambiare e migliorare l’Italia: parliamo di decenni, non di un anno o due». Positivo anche il giudizio su Matteo Salvini: “sembra duro e pesante ma smaschera l’ipocrisia generale”.

In passato ha pensato di ritirarsi: «Ho passato qualche anno in cui non sapevo se continuare o fermarmi per sempre. Mi sono chiesto se continuare avesse un senso perché mi sono detto: “Che lo compongo a fare un disco tanto per farlo?”. Ci sono tanti artisti che vivono di memoria, non volevo iscrivermi al club».

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Kenya, rapita Silvia Romano volontaria italiana di 23 anni in un attacco ad un mercato a 80 chilometri da Malindi.
Ragazzo di 15 anni investito e ucciso da un treno davanti agli amici. Forse un gioco mortale
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di oggi, martedì 20 novembre 2018: i numeri vincenti
Blitz contro i Casamonica, maxi operazione: 800 agenti, sequestrate otto villette del clan. Trovata della droga. Presente la sindaca Raggi e il ministro Salvini
Grande Fratello Vip 2018, Enrico Silvestrin accusa Ilary Blasi: Non mi hanno microfonato. Ma fa una figuraccia