Venerdì 13 è un giorno sfortunato? Ecco l'origine della superstizione

Venerdì 13 è una delle date più temute nella credenza popolare. Il motivo di tanta sfortuna risale alla mitologia scandinava. Esistevano, secondo la legenda, 12 semidei e poi arrivò il tredicesimo, Loki che però era crudele con gli uomini: da qui il 13, in quelle terre, è divenuto segno di malaugurio per poi diventarlo in tutto il resto del mondo.

 



Il motivo di tale credenza è anche dovuto alle più antiche concezioni astrologiche assiro-babilonesi (dove il 12 era numero sacro perché facilmente divisibile), quindi il 13 era un numero poco propizio. Ma il 13 è stato a lungo considerato numero sfortunato nel mondo anglosassone, in Italia, infatti, fino a qualche anno fa l'unico numero sfortunato era il 17.  Certo, nel nostro Paese essere in 13 a tavola non è ben visto da tutti: con un riferimento, molto probabilmente, all'Ultima Cena.

 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Torino, studente universitario di 29 anni muore cadendo dalle scale mobili della metro
Roma, riuscito primo trapianto di faccia in Italia. Una 49enne ha ricevuto il volto di una 21enne
Fabrizio Corona a Verissimo: «Silvia Provvedi ha rischiato di uccidermi, Nina Moric è ancora innamorata di me»
Lory Del Santo, l'addio al figlio sui social: «Il tempo corre e non riusciamo a fermarlo»
Muore in auto in tangenziale 5 giorni dopo l'amico, su Fb aveva scritto: «Morte bastarda, vieni a prendermi»