Ecco perché non bisogna mai usare il cellulare in bagno

ROMA - Alzi la mano chi non ha mai portato lo smartphone in bagno. Pare che nei "momenti più intimi", chattare con gli amici o dare una controllatina a Facebook sia più stimolante delle vecchie parole crociate. Ma attenzione, questa abitudine ormai consolidata potrebbe rivelarsi pericolosa.

Come riporta il sito di Radio105, la toilette è sicuramente il posto più sporco della casa, con maniglie, porte e rubinetti contaminati da milioni di batteri, come lo streptococco e la salmonella.

Dunque, servirà a poco lavarsi le mani se poi per tutto il giorno terremo in mano e vicino all'orecchio il telefonino "contaminato". Secondo alcune ricerche, 9 cellulari su 10 presentano microbi potenzialmente dannosi per la salute e il 16 per cento degli smartphone risulta positivo alle feci.

La soluzione? Rinunciare al cellulare almeno nel momento "del bisogno", oppure se proprio non se ne può fare a meno, disinfettarlo all'uscita con un panno in micro-fibra imbevuto di alcol e acqua.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Bambino nel pozzo, nuovo contrattempo: tunnel incastrato, altre 24 ore per raggiungere Julen
Emiliano Sala, l'aereo del calciatore scomparso dai radar: speranze ormai finite. Soccorritori: «Nessuna possibilità»
Mamma uccide la figlioletta di tre giorni. «Federica aveva dormito poco, si è sentita in difficoltà»
Jonathan e Denise morti nello schianto sulla via del Mare: sui social l'addio straziante degli amici
Chiara Ferragni hot, boom di critiche: «Volgare, un insaccato è più sexy»