Tevere, è allarme per l'acqua: «L'inquinamento fa morire i pesci»

Moria di grandi carpe e altri pesci in queste ore nel Tevere. Ne dà notizia Marevivo che stamattina, dalla sua sede nazionale galleggiante e osservatorio permanente sul fiume, ha allertato i carabinieri del Noe di Roma. I campioni di pesci, prelevati tra Ponte Risorgimento e Ponte Margherita, saranno analizzati dall’Istituto zooprofilattico sperimentale Lazio e Toscana M. Aleandri - fa sapere l'associazione ambientalista - per stabilire le reali cause della morte, mentre l’Arpa Lazio procederà all’analisi dell’acqua.

«Da sempre i fiumi hanno rappresentato i luoghi presso i quali sono sorte le grandi civiltà e hanno dato ricchezza all’uomo, che oggi purtroppo è la prima causa del loro profondo degrado e inquinamento che arriva direttamente ai nostri mari - osserva la presidente di Marevivo Rosalba Giugni - Il Tevere, purtroppo ormai nastro trasportatore di rifiuti, resta un corso d’acqua straordinario, pieno di vita e con una storia antichissima tutta da riscoprire».

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Milano, paura in metropolitana: il treno frena per evitare una donna, feriti anche bambini
Papà muore in giardino, in casa trovati segregati 4 figli e la moglie
Dramma in centro: uccide una donna e accoltella l'ex, poi si lancia nel vuoto
Ostetrica No Vax rifiuta di vaccinarsi, licenziata in tronco per giusta causa
Lele Spedicato, nato il figlio del cantante dei Negramaro: si chiama Lanko