Beatrice, morta sotto un treno: sui social frasi d'odio e prese in giro per la 15enne

Beatrice Inguì è morta a soli 15 anni finendo sotto un treno nel torinese. La ragazza sembra che nel suo diario scrivesse di sentirsi grassa e come molte adolescenti faceva fatica ad accettare il suo corpo. Nonostante la tragica scomparsa quello che indigna è l'odio che la sua morte ha scatenato sui social.

Beatrice, uccisa dal treno a 15 anni. Sul diario scriveva: «Sono troppo grassa, addio»

In un gruppo su Facebook si è iniziato a parlare della sua storia e i commenti che sono  stati scritti a riguardo erano decisamente preoccupanti. Nel gruppo di "Giente Honesta", community online con 55mila follower che quotidianamente commenta senza alcuno freno le notizie del giorno un utente  ha scritto: «Travolta dal treno in stazione, la ragazzina si è suicidata “Sono troppo grassa”» con uno sprezzante: «Sono troppo honesta se penso che questa ragazzina abbia avuto dei genitori di m.? Pareri». Un altro scrive: «Non sapevo che farsi mettere sotto da un treno fosse un metodo rapido di dimagrimento», e un altro ancora replica: «Abbiamo tutti una brutta persona dentro». Ma gli insulti hanno continuato: «Lei voleva solo farsi assottigliare dall’impatto», scrive un altro youtuber e c'è chi aggiunge: «Questo dimostra che i ciccioni preferiscono morire piuttosto che dimagrire». 



Visto il contenuto dei messaggi il gruppo è stato poi chiuso, ma il problema sull'odio in rete resta ed è sempre più grave soprattutto a fronte del fatto che nel mirino degli haters questa volta è finita una povera ragazza innocente che si è tolta la vita probabilmente proprio per il timore di simili commenti. Beatrice è stata descritta come una ragazza ironica, si definiva "non magra", spiega il dirigente scolastico come riporta il Corriere.it, ma probabilmente dietro quell'ironia si nascondeva un malessere ben più grande. Non si hanno ancora certezza sul fatto che Beatrice possa essersi tolta la vita o meno, o se si sia trattato di un incidente, quello che sembra certo è che nascondeva delle sofferenze, come tutti gli adolescenti e che i commenti d'odio sui gruppi continuano ad essere un serio problema da affrontare in rete.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
«Ridatemelo, ridatemelo!». Le grida disperate della madre sul corpo del figlio ucciso dallo scuolabus
Sbranato e ucciso mentre era al guinzaglio: aggredito da un cane più grande
Incidente choc tra Smart e moto sulla circonvallazione, morti due giovani
Lotto e Superenalotto, le estrazioni di giovedì 20 settembre. Nessun 6 né 5+, jackpot a 41,7 milioni
Negramaro, come sta Lele Spedicato: ecco cosa dicono i medici. Dai Boomdabash la commovente dedica dal palco